Il razzismo automobilistico

Barzellette e quel che volete voi !

Il razzismo automobilistico

Messaggioda stefal639 » ven 28 gen 2011, 13:31

non so se è stato già  postato, ma questa cosa che ho trovato in rete è spettacolare, sono morto dalle risate e purtroppo ho constatato che in media, tutte queste cose sono vere!!!

Un'auto e' un oggetto, e come tale inanimato e innocuo. Ci sono tuttavia diverse razze di automobilisti pericolosi che sembrano preferire certe auto.
Non dico che tutti i proprietari di queste auto siano come descritto sotto. Anzi, la maggior parte non lo sono, ma certe auto sembrano attirare alcune particolarissime tipologie di imbecille, che per semplicita' definiro' col nome dell'auto che lo attira.
Auto che, peraltro, hanno tutte dei pregi, ma che il relativo imbecille riesce a sfruttare esattamente per quel che non possono dare. Dunque non prendete quanto segue come una denigrazione dei vari marchi o modelli. In effetti ne cito diversi che mi piacciono anche.


L'Audista

L'audista che compra l'auto di moda e design da pubblicitario rampante, che pensa di comprare l'auto sportiva e invece ha preso un permaflex con un motore troppo potente per il telaio su cui e' montato o una golf ricarrozzata, e come tale fa danni pazzeschi perche' non ha idea di cosa guida e perche' non sa guidare (o non cercherebbe di fare lo sportivo su un'audi).
Sulle ultime audi il discorso cambia. Sono auto vere.
La tentazione di castigare l'ìaudista, di solito anche scorretto nella guida, e' fortissima. NON CEDETE.
Se si ha un mezzo meno potente, si dovra' rischiare rosicchiando margine nel misto per sopperire con la netta superiorita' dell'assetto e telaio del proprio mezzo alla strapotenza del comunque mostruoso motore che tiene sotto il cofano. Se si ha un mezzo superiore, anche superandolo cosa si dimostra? Che con una macchina sportiva vera se ne tiene dietro una finta? Non ne vale comunque la pena.
Lasciatelo andare nella sua boria, seguito dal compatimento di chi sa guidare e capisce di auto e lo vede passare.


Il Golfista.
E' un audista all'ennesima potenza. Di solito un tamarro deprimente che pensa di avere la macchina sportiva e ha una berlina familiare nel migliore dei casi con assetto rifatto e un motore potenziato pensata per dare un brivido di sportivita' senza spender tanto (ma comunque oggi troppo per l'auto che e').
Fa manovre spericolate all'estremo, pensa di dover competere con qualsiasi auto incontra, e piu' sono esorbitantemente piu' potenti ed efficaci della sua, piu' si sente in dovere di competere (perche', evidentemente, in cuor suo sa di avere una sportiva dei "vorrei ma non posso" e deve gonfiarsi l'ego).
Cosi' lo vedrete importunare porsche, ferrari, Lotus e quant'altro con fare da "io si' che so guidare", che di solito consiste nell'andare a velocita' folli in curve cieche sorpassando contromano, perche' chi sorpassa vince (finche' non trova la chiazza umida o il tir ungherese che viene giu' in senso opposto).
Mettersi al suo livello di stupidita' e' pericolosissimo. La cosa migliore in assoluto e' lasciarlo andare verso il platano che lo sta invariabilmente aspettando.


Il Seattaro.

il seattaro √® una delle razze pi√Ļ gasate del mondo automobilistico. non si ricordano che viaggiano su una VW travestita, che per'altro viene assemblata con pezzi presi qua e l√†¬† in base alle giacenze rimanenti.
Il seattaro crede di avere in mano una Ferrari, però turbodiesel. Se incontrate una Seat con la scritta TDI è la vostra fine: il soggetto avrà  fatto fare sicuramente una centralina che gli consente di guadagnare 100 cavalli, senza fare fumo, senza rovinare frizione, cambio e semiassi perchè quelli VW sono fatti in titanio estratto dalla superficie lunare, e il turbo ceramico sopporta pressioni di 4 bar e 2500 gradi centigradi.
Il seattaro utilizza la triste plastica rigida del cruscotto come lavagnetta, e con il cacciavite incide una tacca per ogni Fiat-Alfa che ha sverniciato. Nel caso abbiate una delle vetture delle case italiane, correte ai ripari: il seattaro se vi incontra utilizzerà  anche i gas intestinali per aumentare la pressione di sovralimentazione per sverniciarvi.


L'Alfista.

L'Alfista ha il cuore sportivo. Ha l'auto sportiva. Ha la storia dell'automobilismo italiano sotto il c..o. E dunque, sulla sua 159 da due tonnellate turbodiesel, procede alla sua andatura sportivissima (di solito inferiore di 10 km/h a quella che uno spastico potrebbe tenere conducendo un riscio' sulla medesima strada) e siccome e' sportivo si sente in dovere di tenervi dietro. Non vi lascia passare. Zero. Non ce n'e'.
Cercare di superarlo e' pericoloso, anche se avete una Veyron, perche' si sentira' in dovere di stare davanti e vincere il suo personale GP.
L'unica e' attendere un tratto lungo, con visibilita' e sgombro e, con mossa felina, balzare fuori a gas spalancato in seconda e bruciarlo prima che capisca cosa e' successo. Poi proseguite pure lungo la medesima strada statale godendovi il panorama ai vostri 60-70 km/h. Lui sparira' all'orizzonte alle vostre spalle con manovre selvagge nel tentativo di riprendervi.


Il Fiattaro.

Il Fiattaro è generalmente colui che cerca emozioni forti alla guida ben sapendo che le emozioni forti le proverà  solo da fermo, magari sotto un albero che ripara dal sole cocente, in campagna, con una donnina dai facili costumi. Il soggetto cerca disperatamente una vettura che sappia dare grosse soddisfazioni a poco prezzo, ritrovandosi poi sempre a dover pagare a CARO prezzo i ricambi che costantemente si rompono.
per strada generalmente si riconoscono per gli scorpioni abbarth attaccati ad ogni dove e ad ogni angolo della carrozzeria libero, e si sentono arrivare da lontano per la puzza di benzina incombusta mista ad olio che esce dalla marmitta.
adorano prendersela con vetture pi√Ļ potenti di loro, ben sapendo che, se non s'accende la spia degli iniettori che rileva uno dei 133 errori possibili in centralina, avr√†¬† buone probabilit√†¬† di suonargliele al bmw di turno, finch√® si va dritti.


Il Suvvista.

C'ha l'auto sportiva che e' anche fuoristrada. Da Montecarlo a St. Moritz in 83 curve, 120 di media, 3 cani, 2 gatti e un bambino spalmati sull'asfalto perche', a 120, frenale tu tre tonnellate di semovente paramilitare...
Nessuno che lo veda capisce come faccia, perche' imposta le curve come se stesse guidando un tram. Merito dell'elettronica. L'auto, infatti, su 3 tonnellate ne contiene una di microchip e attuatori che sopperiscono disperatamente alle cretinate dell'incapace alla guida. Ma il peggio arriva quando trovate la STRADA BIANCA.
Un nastro di terra battuta che viene perfettamente compattato periodicamente dalle pale meccaniche del comune. Il venerdi' sera vengono a giocarci a biliardo e in effetti i locali ci passano con le loro BMW con assetto ribassato a manetta quando han fretta. Arriva lui, che ha il fuoristrada, e si pianta secco. Procede a 20 km/h, sterzando per evitare i sassolini della ghiaia uno ad uno. Se c'e' una foppetta magari con pozzangherina, piuttosto che prenderla passa su due ruote. E' scemo? No. Non sa andare in fuoristrada e ha per giunta dei cerchi bling da 30 pollici con gomme 380/25 che sembrano due giri di elastico sul cerchione (indispensabili a consentire al mostruoso mezzo di non ribaltarsi alla prima curva, microchip o non microchip) e se prende un'asperita' piu' grande della graniglia regolamentare dell'asfalto da autostrade autodrenante si piega il cerchione. Figurarsi se poi va il fango sulla cromatura!
Se siete in autostrada, fatelo passare al volo. Nessuno vuole una massa enorme e inarrestabile lanciata a una velocita' inverosimile alle proprie spalle, e del tutto incapace di frenare adeguatamente. Se siete sulla strada bianca dietro di lui, fermatevi. Fate un picnic, godetevi il panorama circostante, andate in camporella. Entro due ore sara' uscito sull'asfalto e potrete procedere indisturbati.


Il Citycarista

Esprime il suo massimo, e anche la forma pi√Ļ cretina, nella versione estrema dello smartista.
La citycar e' piccola. Ideale per muoversi nel traffico urbano. Muoversi nel traffico urbano significa zigzagare selvaggiamente da una corsia all'altra, senza mai mettere le frecce (anche perche', zigzagando a quel modo, gli sarebbe impossibile mantenere il ritmo e si troverebbe a dare segnalazioni incoerenti capaci solo di provocare un attacco di epliessia in chi le osservi). Le precedenze significano che se passi davvero in fretta e sgusci davvero stretto, hai diritto di passare. Gli stop sono un suggerimento: significano che se sgusci davvero stretto puoi passare. Tagliare la strada non e' solo un diritto, e' un dovere del citycarista che ha un'auto piccola, pulita, ecologica (qualsiasi cosa voglia dire) e dunque puo' passare e ha diritto di precedenza automatico in ogni condizione (semaforo rosso significa: fermi tutti, devono passare le citycar guidate da idioti) perche' Lui e' nel Giusto.
Naturalmente prima o poi il 24 rosso tira il giallo per non fare muraglia all'incrocio e il citycarista ha il piacere e privilegio di vedere dimezzate le ridotte dimensioni del suo mezzo. Siamo sicuri che non potra' che gioirne.


Il Minista

Razza di automobilista truzzo-discotecaro-fighetto che si gasa di aver speso l'equivalente di una M3 e46 usata o di un 330i nuovo, per un bidone di CITYCAR con motore che è stato progettato dai Flinstones, che consuma come un jet in fase di decollo e dentro è meno spaziosa di un cassonetto per pile esauste.
Per distinguersi dagli altri ministi, adorna il tettuccio della sua auto con motivi psichedelici che hanno per protagonisti o il batacchio di Rocco Siffredi o addirittura la raccolta di copertine autografate di "In Cucina con suor Germana" (autografate logicamente dalla preistorica consorella).
Altro segno di distinzione sono i fottuti conigli di PlayBUOI (rivista porno con VACCHE all'interno): gli odiosi sticker tappezzano il portellone posteriore, già  adornato dalle varie targhette "cUper ESSE" "JCW" "Superminchiaturbopauer" (anche se poi si tratta di una merdosissima ONE D).
Cerchi rigorosamente da 17" per compensare qualcosa in cui la natura non √® stata molto generosa (cervello o apparato riproduttore nei casi pi√Ļ ricorrenti).
In strada il minista essenzialmente tende ad attaccarsi al c..o dei BMW, lasciatelo passare e attendete che abbracci un platano che passa di li.
Essendo pervaso da un senso epocale di onnipotenza e (per quello che lui crede) figosità  assurda, non fa altro che correre a velocità  degne di un caccia Eurofighter per la città , per poi procedere a passo d'uomo (talmente lento che le motoape gli fanno i fari) davanti ai locali COOL e Trendy della fottuta città  di provincia dove vive.
I pi√Ļ pericolosi sono i Gi√≤ncuperisti, riconoscibili dalla targhetta "S" nel posteriore dell'auto, misura di sicurezza voluta come con la "P" di neopatentato (solo che a differenza di quest'ultimo caso la "s" sta per stupido).
I possessori di questa versione sono fortemente convinti di avere sotto al sedere una monoposto a ruote coperte e di conseguenza vige la regola "finchè mi prende il gas glielo dò......".
La loro auto ha prestazioni superiori a qualsiasi altra auto conosciuta sulla faccia della terra ( in realtà  è perchè non esiste il 4ruote sugli altri pianeti, sennò pure di quelle!).
E' fortemente sconsigliato tentare di sorpassarli (oltre che impossibile in linea orizzontale della strada) in quanto √® pi√Ļ facile vedere Bin Laden alla messa ,che un minista farsi sorpassare.
Il sorpasso viene visto come un affronto, e le versioni pi√Ļ evolute presentano un interruttore al posto dell'acceleratore, o tutto gas o niente!
Categoria meno pericolosa ma non per questo meno importante è la One D.
In questa categoria ci rientrano i ministi sfigati, che farebbero carte false pur di avere la Mini, anche a costo di girare con il motore di una motosega MCCULLOCH.
Praticamente è come avere una 126 con gli interni della rolls royce.
Se abbinate ai cerchi da 17", in accelerazione e ripresa se la giocano al pari con una mountainbike che impenna.


Puntogittista

Il punto gittista è un automobilista che gli è stata rifilata una banalissima punto (solitamente con i km di un autotreno della FedeEx), con la storia "poca spesa massima resa".
E cosi si √® portato a casa questo razzomissile (i circuiti di mille valvole non li ha dal momento che ne ha solo 8) che portato al limite nemmeno i piloti di Mazinga e di Goldrake messi insieme riescono pi√Ļ a controllarla.
Insieme al passaggio ovviamente viene ceduta anche la licenza da pilota professionista, in modo da curare la "sindrome del figlio illegittimo di schumacher" (quando viene fermato infatti è la prima cosa che mostra).
Il comportamento su strada è: quando non c'è nessuno vado piano, quando c'è gente accelero fino a far diventare incandescenti i manicotti di plastica e gli lascio una bella sbuffata quando sono in prossimità  loro.
Ovviamente stereo rigorosamente a manetta, occhiali da sole modello maschera da saldatore o Mivar(dall'omonima marca di televisori) anche di notte e fendinebbia accesi anche di giorno (per via degli occhiali).
Il passatempo preferito dei puntoGTisti è rompere le scatole ad auto di cilindrata e potenza maggiori.
Il motivo di questo comportamento è da imputarsi al fatto che spesso vengono criticati perchè guidano una punto e si sentono in dovere di dimostrare al mondo intero che anche con un 1.4 fanno neri a tutti.
Il problema è che si dimenticano di avere sotto al deretano una punto e alla prima curva partono come le slitte (se è una S si salvano invece perchè vanno dritti e la tagliano ).
Il modo migliore per provocare l'ira di un puntoGTista è sorpassarlo a vento (su need for speed di solito fanno così).
Da questo momento ve lo ritroverete incollato al per tutta la durata del tragitto, vi lampeggerà  con gli abbaglianti fino a fulminarli e vi seguirà  finche non vi avrà  risorpassato, anche a costo di superarvi nella corsia del vostro garage.
L'unico metodo per evitare conseguenze gravi è farsi da parte quando vi sfanala, e permettergli di vendicarsi per l'oltraggio ricevuto.
Uno dei metodi pi√Ļ veloci per verificare se la PuntoGT che si intende acquistare √® stata tenuta bene o sfruttata, √® infatti verificare il funzionamento degli abbaglianti (cosa che i puntoGTisti non sanno).
Anche se può sembrare strano, i puntoGTisti e i ministi si odiano, quando si incrociano non ce n'è per nessuno, è una lotta fino all'ultimo bar.
Se si incappa in una situazione del genere meglio farsi da parte e non intromettersi, sarebbe come tentare di separare Mike Tyson e Evander Holyfield.


Il Deltista

Il deltista è un automobilista che si è svegliato una mattina con la convinzione che dopo 5 anni di esperienza con il suo bolide (solitamente punto, matiz, c2, classe A ecc...) sia arrivato il momento di entrare nell'olimpo dei Rally.
Siccome da piccolo gli hanno messo nella testa che la delta è come la Mecca, almeno una volta nella vita bisogna andarci, la scelta ricade proprio su questa auto.
Allora scatta la ricerca (solitamente nella sezione mercatino del quotidiano locale), visiona diversi esemplari, dopo averne scartate un paio in perfetto stato di conservazione che anche il museo storico della Lancia pagherebbe a peso d'oro per averle, finalmente trova il tanto desiderato modello: una lancia delta HF 8v martini replica del '92, nuova di carrozzeria, ma di meccanica, trasmissione e telaio da buttare, con 8 precedenti proprietari alla modica cifra di 25.000 euro per un auto di 20 anni il cui valore dei ricambi sale come quello del greggio e la cui reperibilita' e' un terno a lotto. (Però c'ha le scritte MARTINI RACING ahò! mica noccioline!)
Si definisce amatore ed intenditore dell'auto sportiva e spesso si ritiene fortunatissimo nell'aver trovato la sua auto, pavoneggiandosi con la solita frase "ce ne sono poche!".
Si aggira per le citta' e per i paesini solitamente il sabato e la domenica perche spesso e volentieri non puo permettersi piu di quei 50 euro di benzina che gli occorrono per percorrere quei 30km di strada rigosamente in 2a marcia col finestrino abbassato (per assenza climatizzatore) e braccio rigorosamente fuori da quest'ultimo.
I consumi, già  elevati di suo, possono aumentare se il deltista regola lo spoiler posteriore in posizione verticale per mettere in bella mostra lo sponsor MARTINI RACING. Ma che ci volete fare? E' l'auto dei record, vi pare che anche in questo aspetto poteva essere seconda a qualcuno?!
Abituato alla Punto, ad ogni ripartenza prova a sgommare come un idiota, ignorando il fatto che guidi una trazione integrale.
Dopo aver bruciato 4 frizioni, il meccanico finalmente si decide a dirgli che non è una jeep e di trattarla un pò meglio.
Mai menzionare un'auto turbo benzina in sua presenza...vi coprirebbe di insulti ribadendo la superiorita' della propria auto vantandone le doti motoristiche e telaistiche (nessuna gli ha detto che viaggia sul pianale di una ritmo).
Quando si trova a corto di argomentazioni, si difende ricordando che la Delta ha vinto 6 campionati di rally consecutivi e invita tutti i presenti a visionare il relativo adesivo sul lunotto.
In realtà  ne è a conoscenza, solo perchè glielo hanno detto gli altri, sennò sarebbe convinto che erano gli anni in cui la Lancia aveva vinto lo scudetto.
Guai ad avvicinarsi a meno di 10 metri dal suo paraurti posteriore...lo prenderebbe come una sfida e accelererebbe follemente per poi fermarsi 300mt piu avanti con relativa fumata bianca dallo scarico.


L'escortista:

E' un deltista a tutti gli effetti, che nell'impossibilit√†¬† di reperire una delta o perch√® √® convinto di essere pi√Ļ figo, alla fine ripiega su una escort.
Solitamente il precedente proprietario era un pazzo che la tirava anche per parcheggiarla e gli aveva swappato anche l'impossibile.
Praticamente sotto al cofano si ritrova il basamento di una Ritmo 130tc, con il turbocompressore di un trattore Landini, i carburatori di un Alfasud, lo spinterogeno di una 131 Mirafiori e il corpo farfallato di una Trabant.
Da 0 a 100km/h si arrampica sui muri, se ci devi fare un viaggio devi prima verificare sulla guida michelin se lungo l'itinerario ci sono distributori ad almeno 50km di distanza l'uno dall'altro.
E' un grande amico dei benzinai, specialmente se possiede una cosworth.
In quest'ultimo caso insieme ai deltisti è uno dei maggiori responsabili dell'aumento del petrolio.
Ignora totalmente il significato della sigla COSWORTH, se gli viene chiesto chi siano Mike Costin e Keith Duckworth, ti risponde che sono rispettivamente il batterista e il chitarrista dei Duran Duran.
Eterno nemico del Deltista......alla vista di una Delta il sangue inizia a ribollire con una voglia sfrenata di sverniciarlo......uno dei pochi che riesce a tenere testa al Deltista Rallysta con argomentazioni tecniche del tipo "In gruppo A non abbiamo vinto una mazza ma in gruppo N abbiamo vinto tutto" ma che alla fine perde sempre visto la mancanza dei 6 mondiali consecutivi......
Le discussioni solitamente sono sempre incentrate su quale delle 2 vada pi√Ļ forte.
Quelli pi√Ļ avanzati si portano sempre dietro il 4ruote del dicembre 1993 in cui c'√® la prova della escort contro la Lancia Delta. E ricordano agli amici deltisti che la escort impiega ben 2 decimi in meno per passare a da 0 a 100.
E' x antonomasia contro qualsiasi auto di produzione italiana, Delta in primis e Alfa in secundis.....e vede in Abarth solo uno scemo che gli piaceva giocare con gli scorpioni.
Spesso il cosworthista medio si incazza nel vedere storpiati i nomi in CONSWORT, COSWORT o CONSWORTH (stessa cosa che succede agli hondisti) o se gli viene ricordato che guida un Ford Pinto con l'assetto ribassato.
Viene spesso deriso anche per l'alettone della sua Cosworth che può venire giudicato nei piu svariati modi.....stendipanni, tavolino, tavola da stiro, boomerang ecc ecc


Smartista

Lo smartista √® una categoria di automobilista che ha speso 20.000‚ā¨ per la macchina e gliene hanno data mezza.
La provenienza è dubbia, si sà  solo che si materializza davanti a voi quando avete fretta.
Un attimo prima non c'è nessuno davanti a voi, il tempo di girare la testa ed ecco che ve ne ritrovate uno davanti a voi che procede a passo d'uomo.
Del tutto inutili i tentativi di incitarlo a schiacciare un p√≤ pi√Ļ quel cavolo di pedalino, lui √® troppo figo per farsi condizionare da voi comuni mortali.
E' convinto di avere un'auto fashion e che il mondo finisca al di fuori degli sportelli della sua smart.
In realtà  si ritrova una lavatrice con le ruote e gli interni di un modellino della Bburago, che lanciata alla velocità  massima ha la stabilità  del bilancio della parmalat.
Ignora di guidare un auto turbo e di conseguenza la tratta come una mountain bike.
I cartelli stradali sono solo suggerimenti, che il pi√Ļ delle volte non segue.
Non è raro infatti vederlo cimentarsi in gimcane impossibili in mezzo al traffico (zigzagando peggio di un piaggio sì), alla guida con 2 telefonini contemporaneamente, senza cintura, le frecce le lascia agli indiani, gli stop servono per fissare le mensole al muro, le precedenze dipende dalla stazione radio che sta ascoltando ecc...
Ma il meglio di sè lo da in autostrada, forte del suo motore centrale e trazione posteriore, è convinto di guidare una ferrari alta 1 metro e 60 ed ecco che si lancia in velocità  da far impallidire una diane o una 2cv.
Fino a 130km/h non ce n'è per nessuno, corsia di sorpasso fisso e guai a chi prova a fargli i fari! Vi seguirà  fin sotto casa per chiedervi con tono minaccioso: Qualche problema? Per fare il figo con la ragazza che è di fianco a lui.
Quelli con la versione Brabus sono i peggio in assoluto, sono convinti di guidare una pagani zonda ricarrozzata e si attaccherebbero dietro anche ad una ferrari.
Se per sbaglio capita di sorpassarne una, vedrete una scatola traballante che si avvicina a voi minacciosa e farà  di tutto pur di sorpassarvi, anche a costo di sbudellare il motore.
Una volta che vi ha risorpassato lo vedrete fermo al primo autogrill, a raccogliere l'olio con la bacinella.


Il jappo style

Ha comprato un auto giapponese, probabilmente con 4 propietari precedenti, ma non importa perch√® lui ha fatto un affare!!!!!!!!! Ordina i pezzi su internet ed √® convinto di essere un genio dei motori, perch√® lui ha speso la met√†¬† di quanto ha speso uno con l' M 3 e va pi√Ļ forte e consuma di meno!
Conosce a memoria la potenza massima del suo motore e a che regime di giri la eroga, idem per la coppia.
Conosce a memoria il peso di ogni singolo componenti della sua auto e relativo codice di ricambio.
Oltre ai sedili e allo sterzo non c'√® altro di utile in macchina, tutto peso in pi√Ļ.
Quando ordina qualcosa si incazza come una iena se non c'è la relativa targhetta japponese da esporre.
Non ha importanza che motore uscirà  mai fuori da un auto moderna, lui sa bene che il miglior motore che si possa desiderare al mondo è già  uscito e sta sotto il cofano della sua auto, si chiama VTEC e non ha importanza quanti turbo metti su un motore, lui col suo motore, il quale ha il minimo a 2000 giri distruggerà  qualsiasi turbo che è mai esistito.
Il jappo-style considera tutti gli altri automobilisti degli ignoranti e imbecilli, perchè??????? Perchè loro non hanno un VTEC. Il jappo spesso non mette la musica in macchina, preferisce il rumore del motore perchè così mentre lo ascolta ripensa all' affare che ha fatto comprando la sua auto.
Girare sotto ai 6000rpm viene visto come un disonore.
Un consiglio: Non confondete VTEC con V-TECH in sua presenza, potreste rischiare il linciaggio!


Il proprietario delle francesine tutto pepe può avere diverse origini

-Il vicino di casa si accorge che ha 80 anni ed è meglio che la smette con queste auto se vuole continuare a frequentare gli amici del circolo, e decide di dare via l'auto. Il nuovo proprietario anche se in vita sua ha sempre guidato la panda 4x4 accetta entusiasta e da lì iniziano i problemi.
-Nel gruppo c'è già  qualcun altro che ha una francesina tutto pepe e per non essere da meno ne vuole una anche lui. dopo mesi di ricerche trova una 106 rallye immacolata, condizioni da vetrina. Ma gli amici invidiosi gli fanno cambiare idea e lo convincono che è meglio la Saxò VTS perchè monta i cerchi da 15". Così la 106 rallye se la prenderà  succesivamente l'amico che già  aveva la francesina, per sostituire la sua che nel frattempo ha cappottato.
-L'amante delle francesine ne sogna una da quando aveva 15 anni, quando vide per la prima volta una peugeot 206 1.0 (conciata da carro di carnevale di venezia ) affrontare una curva in modo allegro e sbandare da tutti i versi, perchè il guidatore guida come un evaso da alcatraz.
Dentro di sè pensa: Cavolo che potenza!! Non ce la fa nemmeno a stare dritta in accelerazione!
Così arriva a 18 anni e si mette alla disperata ricerca di una francesina tutto pepe;
-Ha visto qualche video di Ragnotti;
Così si porta a casa un pezzo di ferro con lo schema di sospensioni di un carrozzone di carnevale e il peso di un biglietto da visita accartocciato.
Tutto contento ci porta in giro la compagnia (5 persone) e al primo invito di "dare un aperta" piagnucola: ma non è possibile! stamattina quando l'ho provata andava il triplo!!
Ogni pezzo di strada dritta è una buona occasione per aumentare il prezzo del petrolio, poi nelle curve rallenta come se se andasse su un monociclo.
Dopo un paio di sere passate a fare baldoria con gli amici si convince che è un asso del volante e che ha appreso quello che la maggior parte delle francesine tutto pepe impega degli anni per apprendere.
La prima domenica mattina che sveglia con il cavo di alimentazione del cervello che fa contatto male, decide di dare un aperta in curva, si ca*a sotto, molla il gas di colpo ed è come assistere ad una finale di "pattinando sotto le stelle".
Dopo 2 o 3 piroette su se stesso (se √® fortunato non carambola niente) e non prima di essere sbiancato (un morto in confronto sembrerebbe un marocchino) capisce che non √® come giocare a TOCA Race Driver e ci st√†¬† un p√≤ pi√Ļ cauto

LA MASSIMA: "Ovunque tu sia, a qualunque velocità  tu vada, qualunque mezzo tu guidi, avrai sempre un tamarro col Golf TIDDIAI dietro al c..o che con occhiali a mascherina e braccio fuori dal finestrino, ti sfanala per avere strada.
Immagine
La mia Ibiza
Immagine

Quello che per un uomo è magia, per un altro è ingegneria.
Sovrannaturale è una parola inconsistente.
Socio ITC N°: 896

Avatar utente
stefal639
Staff
 
Messaggi: 10685
Iscritto il: dom 15 giu 2008, 22:18
Località: L'Aquila
Provincia: L'Aquila (Abruzzo)
Modello di Ibiza: Ibiza 6L 2002 3p.
Descrizione Auto: Ibiza tecnology R

Thanks: 6 volte
Thanks ricevuti: 47 volte

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda Fenomeno » ven 28 gen 2011, 14:17

stefal639, ma da dove cavolo sei andato a tirarle fuori queste frasi :lol: :lol: :lol: :lol:
Che sia vera,che sia finta.......l'importante è che sia una 5ª!! :D
ImmagineImmagine

Avatar utente
Fenomeno

Top Driver
 
Messaggi: 3354
Iscritto il: gio 21 ago 2008, 23:03
Località: In mezzo alle risaie.......
Provincia: Pavia (Lombardia)
Modello di Ibiza: Ibiza 6L 2002 TDI 5p.
Descrizione Auto: Ibiza FR TDI poco fumo e tanto arrosto

Thanks: 3 volte
Thanks ricevuti: 2 volte

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda Marco82 » ven 28 gen 2011, 14:19

:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
FEEL THE POWER



Immagine

Socio ITC N°: 888

Avatar utente
Marco82
Top Driver
 
Messaggi: 8140
Iscritto il: mer 20 ago 2008, 16:27
Località: Comiso
Provincia: Ragusa (Sicilia)
Modello di Ibiza: Ibiza 6L 2002 TDI 5p.
Descrizione Auto: 1.9 TDI 101 CV

Thanks: 24 volte
Thanks ricevuti: 20 volte

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda Antares » ven 28 gen 2011, 14:19

era stata postata anni fa, ma è sempre bella...e veritiera :lol:
Immagine
Socio ITC N°: 27

Avatar utente
Antares
Consigliere Storico
 
Messaggi: 7661
Iscritto il: lun 24 mar 2003, 0:33
Località: Parma
Provincia: Parma (Emilia-Romagna)
Descrizione Auto: Seat Leon 5F FR TDI 184 cv

Thanks: 2 volte
Thanks ricevuti: 3 volte

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda Colex » ven 28 gen 2011, 14:19

stefal639 ha scritto: Se incontrate una Seat con la scritta TDI è la vostra fine: il soggetto avrà  fatto fare sicuramente una centralina che gli consente di guadagnare 100 cavalli, senza fare fumo, senza rovinare frizione, cambio e semiassi perchè quelli VW sono fatti in titanio estratto dalla superficie lunare, e il turbo ceramico sopporta pressioni di 4 bar e 2500 gradi centigradi.



Direi abbastanza veritiera sta frase :lol: :lol: :lol:
Immagine


Socio ITC N°: 771

Avatar utente
Colex
Staff
 
Messaggi: 15280
Iscritto il: mer 14 nov 2007, 14:43
Località: Campobasso
Provincia: Campobasso (Molise)
Modello di Ibiza: Ibiza 6K 1999 5p.
Descrizione Auto: Seat Ibiza 1.4

Thanks: 3 volte
Thanks ricevuti: 262 volte

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda totoreubit » ven 28 gen 2011, 14:27

si la ricordo è di qualche annetto fa...
xò era solo la parte iniziale...finiva con il suvvista
Immagine
LA MIA VITA...LA MIA BIZZY LA MOROSA ED I SUBWOOFER...
Immagine
"Una birra forte, un tabacco profumato e una donna, questo è piacere! Johann Wolfgang von Goethe
In omnia pericula tasta testicula, grattatio pallorum etim omnia male fugit
Socio ITC N°: 718

Avatar utente
totoreubit
Top Driver
 
Messaggi: 5735
Iscritto il: lun 15 gen 2007, 19:59
Località: Recale (CE)
Provincia: Caserta (Campania)
Descrizione Auto: Ex Ibiza 1.4tdi 75cv - Ora Fiat Bravo 1.6mjet 120cv

Thanks: 0 volta
Thanks ricevuti: 2 volte

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda zago83 » ven 28 gen 2011, 14:30

manca lo zaghista....quello che ha tutte le marche e va come un matto con tutte quante :lol:
Immagine
Immagine
Socio ITC N°: 649

Avatar utente
zago83
Top Driver
 
Messaggi: 6974
Iscritto il: ven 9 giu 2006, 13:36
Località: Bregano (VA)
Provincia: Varese (Lombardia)
Descrizione Auto: Ne ho 4....quale descrivo??? RISP: NESSUNA,intanto le rompi tutte!!! Hi hi HI.

Thanks: 1 volta
Thanks ricevuti: 0 volta

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda solonera » ven 28 gen 2011, 14:30

credo che sia anche finita sulla nonci in tempi recenti!

e ancora prima era presente sul forum dei ringers e l'ITC era accreditato come il forum su cui fosse nata tutta la pappardella!

sono soddisfazioni! :lol:
ImmagineImmagine
Immagine :popcorn


:ermm:
Socio ITC N°: 525

Avatar utente
solonera
Top Driver
 
Messaggi: 5961
Iscritto il: lun 28 feb 2005, 20:04
Località: FORUM LIVII
Provincia: Forlì-Cesena (Emilia-Romagna)
Modello di Ibiza: Ibiza 6L 2002 TDI 3p.
Descrizione Auto: Stellina

Thanks: 0 volta
Thanks ricevuti: 6 volte

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda Antares » ven 28 gen 2011, 14:44

davvero? :lol:
Immagine
Socio ITC N°: 27

Avatar utente
Antares
Consigliere Storico
 
Messaggi: 7661
Iscritto il: lun 24 mar 2003, 0:33
Località: Parma
Provincia: Parma (Emilia-Romagna)
Descrizione Auto: Seat Leon 5F FR TDI 184 cv

Thanks: 2 volte
Thanks ricevuti: 3 volte

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda solonera » ven 28 gen 2011, 14:58

ti sembro uno che possa raccontare balle...




:lol:


comunque è verissimo :wink:
ImmagineImmagine
Immagine :popcorn


:ermm:
Socio ITC N°: 525

Avatar utente
solonera
Top Driver
 
Messaggi: 5961
Iscritto il: lun 28 feb 2005, 20:04
Località: FORUM LIVII
Provincia: Forlì-Cesena (Emilia-Romagna)
Modello di Ibiza: Ibiza 6L 2002 TDI 3p.
Descrizione Auto: Stellina

Thanks: 0 volta
Thanks ricevuti: 6 volte

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda Bibe » ven 28 gen 2011, 15:01

l'avevo postata io se non ricordo!
Immagine
Immagine

Aspirapolvere 1.4l 16valvole
http://www.youtube.com/watch?v=aIW_PXl54AA

"Cari Umani, se vedete dei fiori come me, ma un p√≤ pi√Ļ giovani, non raccoglieteli perch√® sono Sacri, e portano Fortuna."
Socio ITC N°: 625

Avatar utente
Bibe
Top Driver
 
Messaggi: 6343
Iscritto il: sab 25 mar 2006, 8:39
Località: Noviglio
Provincia: Milano (Lombardia)
Modello di Ibiza: Ibiza 021A 1985 3p.
Descrizione Auto: Aspirapolvere 16v, incavolato come un lupomannaro durante la luna piena.

Thanks: 0 volta
Thanks ricevuti: 4 volte

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda Antares » ven 28 gen 2011, 15:01

magnifico :ok:
Immagine
Socio ITC N°: 27

Avatar utente
Antares
Consigliere Storico
 
Messaggi: 7661
Iscritto il: lun 24 mar 2003, 0:33
Località: Parma
Provincia: Parma (Emilia-Romagna)
Descrizione Auto: Seat Leon 5F FR TDI 184 cv

Thanks: 2 volte
Thanks ricevuti: 3 volte

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda solonera » ven 28 gen 2011, 15:04

Bibe ha scritto: l'avevo postata io se non ricordo!



no, era stato cuprabenza ai tempi d'oro quando tutti ci volevamo bene e si respirava l'ammmòre nell'aria :lol:
ImmagineImmagine
Immagine :popcorn


:ermm:
Socio ITC N°: 525

Avatar utente
solonera
Top Driver
 
Messaggi: 5961
Iscritto il: lun 28 feb 2005, 20:04
Località: FORUM LIVII
Provincia: Forlì-Cesena (Emilia-Romagna)
Modello di Ibiza: Ibiza 6L 2002 TDI 3p.
Descrizione Auto: Stellina

Thanks: 0 volta
Thanks ricevuti: 6 volte

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda andrea1989 » ven 28 gen 2011, 15:07

stefal639 ha scritto: Il seattaro utilizza la triste plastica rigida del cruscotto come lavagnetta, e con il cacciavite incide una tacca per ogni Fiat-Alfa che ha sverniciato. Nel caso abbiate una delle vetture delle case italiane, correte ai ripari: il seattaro se vi incontra utilizzerà  anche i gas intestinali per aumentare la pressione di sovralimentazione per sverniciarvi.



mi rivedo un casino in questa parte :lol: :lol: :lol: è bellissima :lol:


DI CHI è LA CANAGLIAAAAAAAAA????

Immagine
Socio ITC N°: 1047

Avatar utente
andrea1989
Top Driver
 
Messaggi: 2477
Iscritto il: dom 9 mag 2010, 17:38
Località: Salento
Provincia: Lecce (Puglia)
Modello di Ibiza: Ibiza 6J 2008 SC

Thanks: 0 volta
Thanks ricevuti: 2 volte

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda solonera » ven 28 gen 2011, 15:18

ImmagineImmagine
Immagine :popcorn


:ermm:
Socio ITC N°: 525

Avatar utente
solonera
Top Driver
 
Messaggi: 5961
Iscritto il: lun 28 feb 2005, 20:04
Località: FORUM LIVII
Provincia: Forlì-Cesena (Emilia-Romagna)
Modello di Ibiza: Ibiza 6L 2002 TDI 3p.
Descrizione Auto: Stellina

Thanks: 0 volta
Thanks ricevuti: 6 volte

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda Bibe » ven 28 gen 2011, 15:28

uhauhauhauhuhauha

vero, cuprabenza!
l'aveva postato su live2drive!
Immagine
Immagine

Aspirapolvere 1.4l 16valvole
http://www.youtube.com/watch?v=aIW_PXl54AA

"Cari Umani, se vedete dei fiori come me, ma un p√≤ pi√Ļ giovani, non raccoglieteli perch√® sono Sacri, e portano Fortuna."
Socio ITC N°: 625

Avatar utente
Bibe
Top Driver
 
Messaggi: 6343
Iscritto il: sab 25 mar 2006, 8:39
Località: Noviglio
Provincia: Milano (Lombardia)
Modello di Ibiza: Ibiza 021A 1985 3p.
Descrizione Auto: Aspirapolvere 16v, incavolato come un lupomannaro durante la luna piena.

Thanks: 0 volta
Thanks ricevuti: 4 volte

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda Zurax » ven 28 gen 2011, 15:37

IDOLO!!! AHAHAHahahahhahaha sono morto...
Guarda le foto e commenta la mia "signora"
viewtopic.php?f=185&t=21301&start=0

Mini guida VCDS per My08

CONSUMO MEDIO
Immagine
Socio ITC N°: 1014

Zurax
Copilota
 
Messaggi: 445
Iscritto il: mer 12 ago 2009, 0:17
Provincia: Pescara (Abruzzo)
Modello di Ibiza: Ibiza 6J 2008
Descrizione Auto: Ibiza 6J 1.6 Sport DUAL

Thanks: 0 volta
Thanks ricevuti: 0 volta

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda Luso » ven 28 gen 2011, 17:30

Magnifico!! Ho le lacrime agli occhi!! :lmfao: :lmfao: :lmfao:
Immagine

-> La Mia Coccinella <-

Immagine Immagine

Membro dell'UniPR Racing Team!

‚ÄúLa cosa pi√Ļ bella che pu√≤ fare un uomo vestito √® guidare di traverso!‚ÄĚ- Miki Biasion
Socio ITC N°: 1005

Avatar utente
Luso
Top Driver
 
Messaggi: 4638
Iscritto il: lun 23 mar 2009, 18:56
Località: Tabiano Terme - Salsomaggiore
Provincia: Parma (Emilia-Romagna)
Modello di Ibiza: Ibiza 6J 2008 SC
Descrizione Auto: 1.6 Sport 105cv Dual

Thanks: 1 volta
Thanks ricevuti: 20 volte

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda Danno » ven 28 gen 2011, 19:33

Il Fiattaro.

Il Fiattaro è generalmente colui che cerca emozioni forti alla guida ben sapendo che le emozioni forti le proverà  solo da fermo, magari sotto un albero che ripara dal sole cocente, in campagna, con una donnina dai facili costumi.


NE VOGLIO UNA, vado ad ordinare una FIAT :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Immagine
Ibiza 1.9 TDI FR Ricomincia l'Evoluzione


Immagine
Socio ITC N°: 505

Avatar utente
Danno
Top Driver
 
Messaggi: 1622
Iscritto il: sab 29 gen 2005, 15:20
Località: Cameri
Provincia: Novara (Piemonte)
Modello di Ibiza: Ibiza 6L 2002 TDI 3p.
Descrizione Auto: Ibiza 1.9 TDI FR con mappa by Me e Polveri sottili

Thanks: 2 volte
Thanks ricevuti: 1 volta

Re: Il razzismo automobilistico

Messaggioda zago83 » ven 28 gen 2011, 19:43

io ce l'ho :P
se vuoi te la presto :lol:
Immagine
Immagine
Socio ITC N°: 649

Avatar utente
zago83
Top Driver
 
Messaggi: 6974
Iscritto il: ven 9 giu 2006, 13:36
Località: Bregano (VA)
Provincia: Varese (Lombardia)
Descrizione Auto: Ne ho 4....quale descrivo??? RISP: NESSUNA,intanto le rompi tutte!!! Hi hi HI.

Thanks: 1 volta
Thanks ricevuti: 0 volta


Prossimo

Torna a Facciamo due risate

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron
"Ibiza Tuning Club" e "ITC 4 Emotion" sono marchi registrati.
L'utilizzo dei loghi e del nome dell'IbizaTuningClub è vietato se non previa autorizzazione da parte del Direttivo ITC
Questo Forum, il suo contenuto ed il suo Format sono protetti da una Licenza Creative Commons.
Clicca qui per conoscere i dettagli della licenza relativa al materiale ITC