Motorinside

Syndicate content
Updated: 6 years 17 weeks ago

Impegno full time per Nick Heidfeld con Rebellion Racing

Wed, 01/23/2013 - 10:15

Nick Heidfeld correrà a tempo pieno con Rebellion Racing nella classe LMP1 di American Le Mans Series e FIA World Endurance Championship.

Anche se la squadra elvetica deve ancora comunicare i programmi 2013, pare certa la presenza del tedesco ex Formula 1 in molte gare della stagione a partire dalla 12 Ore di Sebring fino ad arrivare alla 24 Ore di Le Mans.

Rebellion ha confermato inoltre il cinese Congfu Cheng, che ha disputato l'evento di Shanghai insieme alla compagine svizzera.

Heidfeld e Cheng si uniscono ai già ufficializzati Nicolas Prost, Andrea Belicchi, Neel Jani e alla new-entry Mathias Beche, campione europeo della Le Mans Series 2012.

@MotorInside

CORE Autosport raddoppia e affianca l’esordio in GT alla difesa del titolo LMPC

Tue, 01/22/2013 - 17:46

CORE Autosport, detentrice del titolo di classe LMPC in American Le Mans Series, raddoppierà quest’anno il proprio impegno nella serie endurance statunitense e alla difesa del titolo nella categoria monomarca dei prototipi affiancherà la gestione di una Porsche 997 GT3-RSR nel settore Gran Turismo.

A tal fine la scuderia con base a Charlotte ha comunicato gli ingaggi del britannico Tom Kimber-Smith, tre volte vincitore di classe alla 24 Ore di Le Mans (nel 2006 in GT2 e nelle ultime due edizioni in LMP2), e dello statunitense Patrick Long, il quale oltre a vantare un paio di successi fra le Gran Turismo alla grande classica della Sarthe (2004 e 2007) può esibire un palmares di altissimo livello in ALMS, sempre in ambito GT e proprio al volante di una 997 della Casa di Stoccarda, consistente in tre campionati (2005, 2009 e 2010) e 21 gare aggiudicate.

La lunga milizia del californiano al volante della Porsche, marca di cui è driver ufficiale, sarà d’aiuto al britannico – il quale ha speso le ultime stagioni al volante di prototipi. “Sono davvero entusiasta di poter partecipare a tempo pieno all’American Le Mans Series: non penso che al mondo ci sia un altro campionato come questo” ha commentato Kimber-Smith. “In più, avrò Patrick [Long] al mio fianco e da lui potrò apprendere rapidamente come guidare al meglio una Porsche”.

“La sfida risulterà essere tutt’altro che facile vista la competitività della classe, per cui sarà importante partire col piede giusto per poi progredire in seguito” ha dichiarato Long. “Dovrò imparare a conoscere il team così come loro necessiteranno di apprendere la gestione di una Porsche, ma le sensazioni sono ottime. Non vedo l’ora di mettermi al lavoro con una scuderia che ha dimostrato di saper vincere in un’altra categoria e si sente pronta per affrontare tutte le altre marche tra le GT”.

Il team principal Jon Bennett ha spiegato la decisione di ampliare il programma della scuderia con l’intenzione di riuscire a diventare in futuro un team ufficiale di qualche costruttore: “Il nostro obiettivo per il 2013 è quello di mettere in piedi un’infrastruttura capace di sostenere la gestione di due macchine di categoria diversa e dimostrare di poter aver successo anche tra le GT”.

Bennett, che sarà invece al volante dell’Oreca FLM09 impegnata nella difesa del titolo LMPC al fianco di Colin Braun, ha aggiunto che il debutto della Porsche del team non avverrà comunque in occasione dell’evento inaugurale della serie, la 12 Ore di Sebring in calendario a metà marzo.

European Championship - Prema punta su Raffaele Marciello per restare sul tetto d'Europa

Tue, 01/22/2013 - 14:27

Otto vittorie, una pole, vice campione della FIA Formula 3 European Championship al suo primo tentativo nella serie continentale a soli 17 anni. Questo l'impressionante ruolino di marcia di Raffaele Marciello, pilota supportato dal Ferrari Driver Academy.

“Non potevamo certo lasciarci sfuggire un talento così importante” dichiara Angelo Rosin, team principal Prema. “E per questo abbiamo fatto di tutto per trattenerlo con noi anche per la stagione 2013”.

Prema e Marciello proseguiranno quindi il loro rapporto per il terzo anno consecutivo dopo l'esperienza nella F3 Italia 2011 e, appunto, l'impegno internazionale della stagione 2012. Campione negli ultimi due anni, il team Prema tenterà una storica tripletta puntando sulla esperienza e la classe di Marciello.

“Mi è sembrato logico poter puntare ancora su Raffaele e con il Ferrari Driver Academy ci siamo trovati d'accordo su tutto per schierarlo anche nel 2013 con l'obiettivo di poter conservare il numero uno”.

“Sono molto felice di correre ancora con il team Prema” ha dichiarato Marciello, premiato dai lettori di MotorInside e Motorsportrants come miglior pilota italiano 2012. “Per un giovane come me è importante poter lavorare con continuità con una squadra e ciò vale ancora di più se questa è la squadra vincente. Insieme con la FDA abbiamo pensato che fosse un’ottima opportunità per la mia crescita professionale e voglio ringraziare Angelo Rosin per la fiducia che mi dà: cercherò di ripagarlo con impegno e dedizione ma, soprattutto, con i successi che un team come Prema merita”.

Marciello sarà team-mate di Alex Lynn e Lucas Auer.

@MotorInside

Wolff: “Lowe al posto di Brawn in Mercedes? Nulla di concreto”

Tue, 01/22/2013 - 14:17

Toto Wolff ha smentito l'indiscrezione secondo la quale Paddy Lowe sarebbe in procinto di trasferirsi dalla McLaren alla Mercedes per sostituire l'attuale team principal Ross Brawn.

In una teleconferenza, il nuovo direttore esecutivo e azionista per il 30 % della Mercedes ha ammesso l'esistenza di molti rumors su Lowe, su tutti quello della BBC Sport, ma ha spiegato che sarebbe sciocco modificare subito l'organigramma del team di Brackley.

“L'ho letto sui giornali come voi, ma non c'è nulla da dire” ha poi aggiunto Wolff.

@MotorInside

Intervista a Ermanno Dionisio: "Farò tutta la stagione della Superstars con la RS5 di Audi Sport Italia"

Tue, 01/22/2013 - 14:08

E' un Ermanno Dionisio estremamente pimpante e motivato quello che abbiamo raggiunto telefonicamente per chiedergli dei suoi programmi in Superstars per il 2013. Il 53enne bresciano rientrerà ufficialmente nella serie per vetture a motore V8 di FG Group al volante di una delle Audi RS5 schierate da Audi Sport Italia, che nel 2012 si sono dimostrate le migliori del lotto e hanno conquistato il titolo nelle mani di Johan Kristoffersson.

Dopo essere stato costretto a saltare in toto la stagione 2012, Dionisio scenderà in pista al fianco di Gianni Morbidelli e del giovane Thomas Schoffler.

Quali sono i tuoi programmi per il 2013 in Superstars?

“Farò tutta la stagione della Superstars con l'Audi RS5. Nei primi giorni di febbraio dovrebbe esserci, ad Adria, una sorta di presentazione del campionato superstars 2013. Vorremmo portare anche la mia macchina, ma i tempi sono piuttosto stretti, perché la vettura è in costruzione. Dovremmo riuscire ad averla, decorata in versione definitiva, per la presentazione alla stampa. Il 7 aprile a Monza daremo il via alla stagione e, come ho detto sarò presente per tutto il campionato.”

Ci saranno evoluzioni tecniche sulla RS5?

“Sono stato in Audi sport Italia per fare il sedile e la posizione di guida con volante e pedaliera e ho visto che ci sono delle modifiche. Chiaramente gli aggiornamenti sono in fase di studio e gli ingegneri sono al lavoro per implementarli al meglio e rendere la Audi RS5 ancora più competitiva.”

Come hai deciso di rientrare in Superstars?

“In realtà non ho mai abbandonato la Superstars, nel senso che nel 2011, dopo la gara di Misano, sono stato morso da un ragno a una caviglia mentre ero al ristorante. Mancavano tre giorni alla partenza per Spa e sono stato ricoverato in ospedale perché nel mordermi l'animale aveva preso una vena e avevo subito un avvelenamento del sangue. Il ricovero si è prolungata per tre mesi, sono stato dimesso a dicembre e i medici mi hanno comunque obbligato a restare a restare a riposo fino a luglio del 2012, per cui ho dovuto saltare completamente la scorsa stagione. Audi sport Italia mi ha dato l'opportunità di rientrare nel 2013 con la RS5 al fianco di Gianni Morbidelli. Con noi dovrebbe esserci Tomas Schoffler, giovane promessa dell'automobilismo tedesco e pupillo di Audi Germany, che correrà però con i colori di MTM, un team satellite della filiale tedesca di Audi.”

Che aspettative hai per questa stagione?

“Io sono molto ottimista, anche perché con la vetusta RS4 nel 2011 riuscii a fare dei podi e delle pole-position. Se comunque la RS4 si difendeva, nei limiti del possibile, con i suoi 420 CV contro le potenze e le velocità in rettilineo delle altre case, oggi con la RS5 posso essere molto fiducioso e penso di poter puntare al podio.”

Qual è la tua opinione sul balance of performance?

“Sicuramente il Balance ci sfavorisce, viste le prestazioni della RS5, però è ovvio che quando una casa come Audi investe nella Superstars, creando una macchina competitiva ai massimi livelli, non può che essere l'oggetto delle attenzioni di organizzatori e rivali. D'altro canto Audi non poteva che realizzare un macchina iper-competitiva e bisogna comunque considerare che la casa degli anelli, la prima a schierare la trazione integrale in gara nei rally, e anche l'unica a correre ad altissimi livelli con una 4×4 in pista. È un fattore tecnico molto importante, che penso faccia anche bene alle competizioni perché propone una varietà tecnologica che altrove non c'è. Quando piove abbiamo un netto vantaggio di trazione, come aveva dimostrato la mia pole position a Imola nel 2011, ma sull'asciutto siamo penalizzati da un 10% di potenza che viene dissipata dalla trazione integrale. In ogni caso anche nel 2013 Audi sarà la macchina di riferimento di un campionato molto importante come la Superstars.”

Come sei arrivato a correre in Superstars?

“Nel 2008 ho abbandonato i rally dopo averci vinto parecchio. Ho vinto otto volte il campionato italiano e tre volte il mondiale marche con la Mazda, nel 1993 ho terminato il quarto posto nel mondiale piloti gruppo N e comunque la mia carriera è sempre stata legata alle corse su strada, fino a quando, nel 2008, mi è stato proposto di provare la Jaguar Superstars. Ne sono rimasto subito impressionato e con la Jaguar ho corso due anni, 2008 e 2009, per poi legarmi ad Audi dal dicembre 2009 fino a tutt'oggi e penso che ci sia la possibilità di andare avanti con Audi Sport Italia, Emilio Radaelli e Roberta Gremignani? ancora per qualche anno.”

La diversità in pista è uno dei punti forti della Superstars. Vedi un campionato ulteriormente in crescita?

“Sì, crescerà sicuramente. C'è anche il progetto di rientro delle due Porsche Panamera e mi piacerebbe vederle in pista, magari in mano a Luca Rangoni, che è un pilota e una persona eccezionale, un vero sportivo. So anche dell'interessamento di piloti ex-Formula 1 e per me queste un grande stimolo, che non mi fa sentire parte della mischia anche con i miei 53 anni. Il podio di Kyalami con Herbert e Ferrara è stato una grandissima soddisfazione.”

La Superstars è il campionato che italia attira il maggior numero di spettatori in autodromo dopo Formula 1 e Moto GP. Pensi che si possa fare di più dal punto di vista della promozione?

“FG Sport, e soprattutto Roberto Marazzi, hanno lavorato benissimo per far crescere questo campionato. Flammini è un manager importante, che non ha nulla da imparare, un businessman di elevata caratura. La Superstars ha avuto anche 36 macchine in griglia. Adesso siamo un po' meno, ma comunque Marazzi sta facendo un lavoro straordinario per avere una griglia ampia e varia. Il battage pubblicitario è di prim'ordine e credo che ora si debba più che altro puntare ad educare un po' di più il pubblico. Nel mondo del Motorsport i padri sono abituati a portare i figli a vedere la Formula 1 o a vedere Valentino, però nel nostro campionato si può accedere al paddock, vedere le macchine da vicino, incontrare i piloti, una cosa molto più a portata di mano e appassionante.  Per di più il pubblico può anche ammirare macchine che si vedono per strada tutti i giorni, portate al limite da piloti professionisti. Anche il rumore dei V8 e le sportellate che ci diamo in pista rappresentano ulteriori elementi di fascino per la serie, così come la diretta su Raisport, che probabilmente sarà rinforzata con un maggior numero di telecamere e un servizio migliorato. Con la mia azienda, Hop Motorsport, stiamo lavorando anche su metodi di promozione innovativi, perché grazie a FAR, il nostro sistema di comunicazione con la vettura che si basa sulla rete GSM e non sulle frequenze radio, anche i tifosi potranno ascoltare le mie conversazioni con il muretto box in tempo reale, per tutta la durata della gara.”

Cosa pensi della finale di Pergusa della scorsa stagione?

“Personalmente a Pergusa non ci avrei corso: la pista non è adatta ad ospitare una serie come la Superstars e si è visto.”

Da rallista, secondo te perché il  rallismo in Italia è messo anche peggio della pista?

“I rally, in Italia e non solo, sfortunatamente sono in caduta libera, perché le macchine hanno dei costi che onestamente non sono più accessibili. C'è troppa dispersione e si è arrivati a un punto in cui davvero costa troppo correre. Ci vuole troppa gente, troppi meccanici, troppi tecnici, poi i ricognitori, personale sulle prove agli intertempi, poi le gomme e molto altro ancora. Non si può più, sono dei costi che non hanno più una giustificazione, e con questi costi non ci sono più partecipanti. Diciamo anche che il pubblico dei rally è sempre stato abituato a sentire un certo tipo di rumore, vedere delle vetture con un certo tipo di carrozzeria, che impegnavano i piloti in un certo tipo di guida. Oggi invece l'elettronica ha fatto sparire una bella fetta della tecnica di guida dei piloti, attutendo l'errore del "corridore" e non valorizzando il pilota. Loeb ha vinto 9 mondiali e non si discute, ma forse li ha vinti in un'era in cui non c'erano piloti all'altezza di combattere contro di lui.  Non sono più gli anni in cui c'erano tre piloti Lancia, tre piloti Toyota, tre piloti Ford, tre piloti Mitsubishi, tre piloti Peugeot. Allora si parlava di una ventina di piloti di valore assoluto, mentre oggi siamo sinceramente limitati e le macchine davvero buone sono 3 o 4. Per di più il mondiale rally di qualche anno fa aveva dei costi con tre vetture ufficiali e percorsi infinitamente più lunghi di quelli odierni, oggi non riescono a gestire i costi nemmeno con due macchine: c'è qualcosa che non funziona. â€

E per i piloti italiani, che non hanno più nemmeno l'appoggio di Lancia, le cose sono ancora più difficili...

“Non mi concentrerei tanto sulla presenza o meno di una casa ufficiale. Secondo me esiste una differenza tra corridori e piloti. Il pilota è quello che dimostra di poter dare qualcosa in più e spesso volentieri gli stanno molto antipatici i corridori, ovvero quelli che si pagano il sedile. Direi che in Italia, come nell'automobilismo in generale, ultimamente tendiamo a coccolare un po' troppo certi corridori per evitare che se ne vadano con i loro sponsor. Io non potrei mai permettermi, solo perché pago, di pretendere di di giocare contro Nadal al Roland Garros.”

Il discorso vale anche per la pista?

“Certamente, le gare di auto hanno bisogno di avere il maggior numero di partecipanti possibili e se non ci fossero gli ultimi non ci sarebbero neanche i primi. Mancano gli sponsor che possono sostenere i piloti migliori, i quali sono anche abituati ad avere un certo tipo di ingaggio, ragion per cui si fa di tutto per riempire la griglia.”

Se dovessi scegliere un pilota italiano giovane da aiutare verso il professionismo, chi sceglieresti?

“Ce ne sono diversi. Ad esempio parlando con Vincenzo Sospiri – uno che di piloti se ne intende parecchio – mi diceva che Antonio Giovinazzi è un ragazzo che va molto forte, poi c'è Alberto Campana e altri ancora, come il bresciano Luca Bottarelli, un ragazzo di nemmeno 15 anni che ritengo molto bravo e che ha già fatto dei test con Peugeot per il campionato RCZ. Un giorno, quando smetterò di fare il pilota, mi piacerebbe potermi dedicare ad aiutare i giovani piloti.”

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia e Massimiliano Palumbo 

Sebastien Buemi rimane test driver e riserva della Red Bull

Tue, 01/22/2013 - 11:56

Sebastien Buemi proseguirà la sua esperienza in Red Bull come test driver e riserva nel 2013.

Il 24enne elvetico lavorerà principalmente al simulatore e avrà il compito di sostituire, in caso di indisponibilità, i piloti ufficiali Sebastian Vettel e Mark Webber.

“E' bello rimanere con la Red Bull per un altro anno” ha subito ammesso Buemi. “Ovviamente il mio obiettivo è quello di tornare di nuovo alle gare ma il mio processo di apprendimento sta crescendo grazie al lavoro con la squadra. Aiuterò nello sviluppo della vettura e fornirò i miei feedback durante tutta la stagione, sia nella factory che nei campi di gara”.

@MotorInside

Kimiya Sato ottiene un sedile in Euronova

Tue, 01/22/2013 - 10:41

Kimiya Sato sarà un pilota Euronova nella prossima stagione di Auto GP.

Il 23enne giapponese, terzo nella F3 tedesca 2012, ha testato per il team di Vincenzo Sospiri nello scorso inverno assieme al connazionale Yoshitaka Kuroda. La scelta di puntare su Sato è figlia della collaborazione tra Euronova e l'ex pilota di F1, Taki Inoue.

“Sono molto felice di avere Kimiya nel team” ha detto Sospiri. “Si è rivelato davvero impressionante nei test di Barcellona il mese scorso e sono sicuro che faremo insieme una buona stagione”.

@MotorInside

Nicolas Prost resta alla corte del Rebellion Racing

Tue, 01/22/2013 - 10:33

Dopo Andrea Belicchi e Neel Jani, anche Nicolas Prost estende il suo legame con Rebellion Racing per il 2013.

Il francese ha vinto quattro gare, tra cui la 24 Ore di Le Mans, nella categoria privati LMP1 del Mondiale Endurance e al suo palmares si è aggiunto anche il successo nella Petit Le Mans.

“Nel 2013 inizierò la mia quinta stagione con la squadra e sono molto entusiasta” ha detto Prost, figlio del quattro volte campione del mondo di F1 Alain. “Siamo migliorati molto da quando abbiamo iniziato insieme e il 2012 è stata la nostra stagione. Il mio obiettivo è quello di fare altrettanto bene quest'anno”.

La stagione di Prost comincerà dalla 12 Ore di Sebring.

David Fumanelli sarà al via della stagione 2013 con Trident

Tue, 01/22/2013 - 09:38

David Fumanelli è il secondo pilota ingaggiato da Trident per la stagione 2013 di GP3, dopo Emanuele Zonzini.

Il 20enne brianzolo, vice-campione in European F3 Open nel 2011, sarà il più esperto tra le fila del team milanese in quanto ha già alle spalle una stagione nella serie addestrativa con MW Arden, dove si è aggiudicato un podio e ha terminato 11esimo nella generale.

Fumanelli esordirà in pista insieme a Trident nei test in programma sul circuito di Estoril dal 20 al 22 febbraio.

“Non è stato un inverno facile, perché ho faticato molto per riuscire e mettere insieme tutti i tasselli per pianificare la stagione 2013” ha dichiarato Fumanelli. “La svolta è arrivata quando ho visitato la sede della Trident, rimanendo davvero impressionato dalla struttura. Ho conosciuto un gruppo di tecnici motivatissimo, e ho visto quanto abbiano investito nello sviluppo della nuova monoposto che utilizzeremo quest’anno”.

“Ho già iniziato il lavoro al simulatore, favorito anche dal vivere a poca distanza dal team, e sono convinto che nel 2013 ci toglieremo delle belle soddisfazioni. Saremo tutti in pista con una nuova vettura, ma l’esperienza dello scorso anno sarà molto utile, e non nascondo di attendermi una stagione al vertice. Mi piacerebbe essere li a giocarmela in tutte le gare, e poi a fine anno raccogliere i frutti sperando di essere nelle primissime posizioni”.

@MotorInside

Il Messico vuole ospitare una gara di Formula 1 dal 2014

Tue, 01/22/2013 - 07:42

Per la gioia di Sergio Perez ed Esteban Gutierrez, il Messico si starebbe preparando a tornare nel calendario di Formula 1 dal 2014 con una gara sul famoso Autodromo Hermanos Rodriguez, a Città del Messico.

Lo rivela ad AS Jose Abed, rappresentante del Messico nel governo F1 della FIA: “Abbiamo dei piani che riguardando il miglioramento del circuito e, dopo aver finito le modifiche, si ritornerà in Formula 1 nel 2014”.

L'aggiornamento avrà un costo di 20 milioni di dollari mentre la tassa annuale sarà di 30.

@MotorInside

Glock, ecco il tuo futuro: il tedesco sarà a Valencia per testare la BMW M3 DTM

Tue, 01/22/2013 - 07:31

Timo Glock sarà protagonista di un test a Valencia questa settimana per conto di BMW Motorsport.

Il tedesco, che si è appena separato dalla Marussia con un anno di anticipo dalla scadenza del suo contratto, potrebbe essere l'ottavo pilota della Casa di Monaco nella prossima stagione del DTM.

“Timo ha dimostrato indubbie capacità di guida per molti anni, in particolare in Formula 1” ha detto Jens Marquardt, direttore di BMW Motorsport. “Sarà molto divertente vederlo all'opera nel test con la nostra squadra”.

Glock, che iniziò la sua carriera in Formula BMW, aggiunge: “Ho bei ricordi del mio passato con BMW Motorsport e sono entusiasta di testare la M3 DTM”.

@MotorInside

Hamilton: “Mercedes, preparati a lottare per la top 3”

Tue, 01/22/2013 - 06:53

“Vivo per vincere”: si è presentato così Lewis Hamilton nella sede di Stoccarda della Mercedes-Benz.

Il pilota britannico, passato al team di Brackley dopo sei stagioni in McLaren, non si aspetta una stagione di transizione e intende subito lottare con le big, in una sfida che lui ritiene non impossibile.

“E' il mio lavoro quello di ambire alla vittoria ed è ciò che faremo quest'anno” ha dichiarato Hamilton. “Sarà una stagione intensa perché avremo davanti Red Bull, Ferrari e McLaren ma di sicuro non ci daremo per vinti in partenza”.

Hamilton considera il suo più grande ostacolo quello di conoscere i membri del team che lavoreranno con lui, al di là delle prestazioni della vettura.

“Questa sarà una stagione interessante” ha ammesso l'ex McLaren. “Conoscere e lavorare con nuove persone è sempre una sfida intrigante e una delle più grandi a cui verrò sottoposto”.

“Dopodiché cercherò di tirar fuori il massimo dalle loro capacità per ottenere insieme un solo obiettivo: la vittoria”.


@MotorInside

00_nhagefs.jpg

Alessandro Del Piero approda a Le Mans con Patrick Dempsey

Mon, 01/21/2013 - 18:46

Dall'unione tra calcio e cinema può nascere un team di motorsport: è quello che hanno messo in sesto Alessandro Del Piero, ex bandiera della Juventus e dal 2012 al Sydney FC, e Patrick Dempsey, attore nella sit-com Grey's Anatomy e pilota con diverse esperienze nella classica de La Sarthe.

La “strana” coppia schiererà due vetture nell'ALMS ma soprattutto ha ottenuto uno slot nella 24 Ore di Le Mans sotto le insegne del team Dempsey/Del Piero Racing.

In attesa che venga svelata la vettura, che potrebbe partecipare alla classe GT, la squadra con sede in Georgia ha già annunciato che schiererà a Le Mans il pilota di ALMS Michael Avenatti e Joe Foster, proveniente dal British F3.

“Ho sempre avuto la passione per il motorsport, da quando ero bambino” ha dichiarato Del Piero. “Sono entusiasta di avere l'opportunità di lavorare con Patrick: ci aspettiamo di competere ad alti livelli e il nostro obiettivo principale sarà vincere il campionato”.

Audi a caccia dell'ultima vittoria a Sebring: iscritte due R18 e-tron quattro

Mon, 01/21/2013 - 13:06

Audi Sport ha deciso che schiererà due R18 e-tron quattro nella prossima edizione della 12 Ore di Sebring, gara non inclusa nel calendario del Mondiale Endurance, in preparazione alla 24 Ore di Le Mans.

Quella di marzo sarà l'ultima occasione in cui le LMP1 potranno correre a Sebring prima della fusione tra ALMS e Grand AM che andrà in atto dal 2014.

Le due vetture saranno guidate da Allan McNish/Tom Kristensen/Lucas di Grassi e Benoit Treluyer/Marcel Fassler/Oliver Jarvis.

“Sebring è il luogo dove Audi ha cominciato la sua lunga striscia di successi” ha dichiarato Wolfgang Ullrich, direttore di Audi Sport. “Ci aspettiamo di vedere i nostri due modelli ibridi in lotta per la vittoria assoluta nell'ultima 12 Ore in cui saranno ammesse le LMP1”.

Il team Joest Audi resterà poi la settimana successiva alla corsa per compiere dei test in prospettiva FIA WEC.

@MotorInside

Andrea Roda firma con Virtuosi UK

Mon, 01/21/2013 - 12:51

Andrea Roda è il primo pilota confermato da Virtuosi UK per la stagione 2013 di Auto GP.

Il 22enne pilota comasco ha disputato l'ultimo anno in F3 Euro Series ed European F3 Championshio col Jo Zeller Racing mentre in inverno ha effettuato i test di Barcellona con Virtuosi UK mettendosi evidenza agli occhi del team principal Declan Lohan.

“Siamo contenti che Andrea ci abbia scelto” ha detto. “Dopo il test eravamo fiduciosi che avremmo lavorato insieme. Ci è piaciuto quello che abbiamo visto: Andrea si è dimostrato un grande ascoltatore e apprezza i nostri metodi di lavoro”.

Virtuosi UK ha chiuso al secondo posto con Pal Varhaug la scorsa stagione di Auto GP.

@MotorInside

Ufficiale: Toto Wolff diventa direttore esecutivo e azionista della Mercedes

Mon, 01/21/2013 - 11:18

Mercedes ha ufficializzato l'insediamento di Toto Wolff come nuovo direttore esecutivo del team di Formula 1 e confermato che sia l'ex Williams sia Niki Lauda diventeranno azionisti della squadra.

Wolff assumerà quindi il ruolo di Norbert Haug e supervisionerà le attività Mercedes nel DTM e F3.

“Come imprenditore, investitore e manager nel motorsport, Toto Wolff ha dimostrato di aver la stoffa per guidare la Mercedes sotto tutti i punti di vista” ha dichiarato il Dr. Dieter Zetsche, capo di Mercedes-Benz cars e presidente del Board of Management di Daimler AG. “Con lui abbiamo nel nostro team di F1 non solo uno specialista nel motorsport, ma anche un appassionato di lunga data del marchio Mercedes Benz”.

“Insieme a Toto e Niki Lauda, svilupperemo ulteriormente le nostre attività nel motorsport per guidare le Frecce d'Argento in una nuova era”.

Wolff, ex direttore esecutivo Williams, ha aggiunto: “Mercedes è uno dei marchi più partecipi al mondo nel motorsport. Non solo soltanto un grande fan ma anche un amico di lunga data e appassionato della Casa. Mi metterò subito al lavoro per la preparazione una stagione agonistica di successo e la promozione mirata di nuovi talenti. Ringrazio inoltre Williams, che lascio in buoni rapporti: mi mancherà molto la squadra”.

@MotorInside

Toto Wolff lascia ufficialmente l'incarico di direttore esecutivo in Williams

Mon, 01/21/2013 - 10:54

E' stato confermato lunedì mattina dalla Williams il passaggio del direttore esecutivo Toto Wolff alla Mercedes.

Il 42enne austriaco manterrà lo stesso la sua quota di partecipazione all'interno del team britannico ma lascerà il posto in amministrazione.

“Posti come quello offerto dalla Mercedes non capitano spesso” ha commento Frank Williams. “E' stato un supporto fondamentale per me come direttore esecutivo, sostituendomi per un certo numero di gara quando non potevo partecipare”.

“Toto ha una lunga storia con loro e di certo non avevo intenzione di ostacolare quest'opportunità unica nella vita” ha aggiunto. “Manterrà comunque la sua quota in Williams e avrà sempre un posto a Grove”.

“Sono sicuro che sarà una preziosa risorsa per Mercedes e da parte di tutta la nostra squadra vorrei augurargli buona fortuna nel suo nuovo ruolo”.

@MotorInside

Caterham presenterà la CT03 nella mattinata inaugurale dei test di Jerez

Mon, 01/21/2013 - 10:13

Caterham toglierà i veli alla vettura 2013, che si chiamerà CT03, il 5 febbraio alle 8:45 sul circuito di Jerez de la Frontera, pochi istanti prima dell'inizio dei test.

E' atteso anche l'annuncio del secondo pilota, che affiancherà il nuovo arrivato Charles Pic nella prossima stagione: tra i candidati emergono Vitaly Petrov, Luiz Razia, Bruno Senna ed Heikki Kovalainen.

Calendario presentazioni

McLaren - 31 gennaio
Ferrari - 1° febbraio
Force India - 1° febbraio
Sauber - 2 febbraio
Red Bull - 3 febbraio
Mercedes - 4 febbraio
Toro Rosso - 4 febbraio
Caterham - 5 febbraio
Williams - 19 febbraio

@MotorInside

Ufficiale: Marussia conferma la separazione da Timo Glock

Mon, 01/21/2013 - 10:05

Timo Glock non è più un pilota della Marussia: lo ha confermato lunedì mattina il team anglo-russo.

Come già descritto qui, la separazione è avvenuta di comune accordo e adesso si attende il nome del secondo pilota che potrebbe essere uno tra Vitaly Petrov, Sebastien Buemi e Jerome d'Ambrosio.

Glock ha fatto parte della Marussia fin dall'esordio del team nel 2010 col nome Virgin e nel suo contratto erano previste altre due stagioni. Il futuro dell'ex Toyota potrebbe essere legato al DTM e ad una sua collaborazione con BMW.

“Ho avuto tre anni eccellenti con il team Marussia, durante i quali ho avuto la possibilità di partecipare attivamente alla formazione e allo sviluppo del team” ha dichiarato Glock. “Vorrei augurare alla squadra buona fortuna per il prossimo futuro e ringrazio tutti per i bei momenti che abbiamo condiviso e il sostegno ricevuto. Anche se non so ancora cosa fare, sono molto entusiasta di ciò che mi riserverà il futuro e spero di annunciarlo a breve”.

Il team principal della Marussia, John Booth, ha rivelato che alla base di questa decisione ci sono motivi di carattere prettamente economici.

“Timo ha dato un contributo molto importante alla nostra squadra nelle ultime tre stagioni, in cui ha aiutato a sviluppare il nostro pacchetto a tal punto che per gran parte della stagione 2012 eravamo in decima posizione nel costruttori. Timo è un pilota fantastico ed è stato un personaggio molto apprezzato in squadra”.

“Tuttavia, al fine di garantire un futuro a lungo termine per il team, abbiamo dovuto prendere dei provvedimenti a causa delle difficili condizioni economiche che coinvolgono tutti i team di Formula 1”.

@MotorInside

Toto Wolff sarà l'erede di Norbert Haug in Mercedes Motorsport?

Mon, 01/21/2013 - 09:18

Toto Wolff potrebbe diventare il nuovo boss di Mercedes Motorsport.

A lanciare la rivelazione è il giornale tedesco Bild, che ha individuato nell'attuale direttore esecutivo e azionista della Williams l'erede di Norbert Haug.

Wolff, oltre al possedere azioni del valore di 40 milioni di euro in Williams, detiene anche una quota della HWA, la società che cura il programma DTM di Mercedes.

L'annuncio, sempre secondo la Bild, sarà fatto entro martedì in concomitanza con l'inizio dei test DTM a Valencia.

@MotorInside