Motorinside

Syndicate content
Updated: 6 years 3 weeks ago

Timo Glock lascerà la Marussia per approdare nel DTM con BMW?

Mon, 01/21/2013 - 06:58

Timo Glock è in procinto di lasciare la Marussia, lo rivela il giornale tedesco Sport Bild.

Tra il pilota tedesco e la squadra anglo-russa sarebbe avvenuta una separazione amichevole e l'annuncio potrebbe essere fatto oggi.

“Ho avuto tre grandi anni alla Marussia. Ma adesso è arrivato il momento di dividere le nostre strade, perché voglio trovare nuove sfide nel motorsport” ha dichiarato Glock allo Sport Bild.

Ma la Bild va oltre le parole dell'ex campione GP2 e sostiene che il vero motivo della separazione sia dovuto al disperato bisogno di soldi della Marussia, la quale richiederebbe “almeno cinque milioni di dollari” al prossimo compagno di Max Chilton; allo stesso tempo il Telegraph ha esposto i nomi dei candidati, Vitaly Petrov, Sebastien Buemi e l'ex Virgin Jerome D'Ambrosio.

Dove sarà diretto Timo Glock fuori dal Circus? Auto Motor und Sport sostiene che passerà nel DTM alla corte di BMW.

@MotorInside

Monte Carlo, Pagelle – Loeb e Ogier salgono in cattedra, Latvala non cambia le sue abitudini

Sun, 01/20/2013 - 15:49

L'81esima edizione del Rally di Monte Carlo ha confermato i pronostici che volevano un dominio Loeb e la Volkswagen subito all'altezza delle aspettative con Sebastien Ogier, il quale ha domato alla perfezione i cavalli della Polo R WRC conquistando il secondo posto.

Inizio di Mondiale a dir poco soddisfacente per Dani Sordo e Mikko Hirvonen, gli effettivi title contenders di Citroen, che hanno chiuso la kermesse monegasca rispettivamente in terza e quarta posizione evitando qualsiasi insidia. Applausi anche per Bryan Bouffier, al primo Monte Carlo al volante di una WRC e subito quinto, con tanto di vittoria sul Turini.

Prova mediocre di M-Sport, salvata in parte soltanto da Mads Ostberg, sesto al debutto nel Principato; il norvegese è stato l'unico della squadra britannica a vedere il traguardo poiché Thierry Neuville (nella prima giornata), Evgeny Novikov e Juho Hanninen (nella prova del Turini) sono andati a sbattere quando occupavano posizioni importanti.

Eccellenti le performances di Sepp Wiegand, vincitore nel WRC-2, e di uno strepitoso Andrea Crugnola, 15esimo assoluto e secondo tra le due ruote motrici alle spalle del talentuoso Sebastien Chardonnet.

Chi sale

Sebastien Loeb – Voto 10 e lode: Anche se quest'anno non potrà riconfermarsi campione del mondo per la decima volta, l'alsaziano in occasione del Rally di Monte Carlo ha fornito l'ennesima dimostrazione di superiorità. Gestisce la gara in maniera impeccabile e tiene a bada senza fronzoli l'arcigno rivale Sebastien Ogier con l'inedita Polo R WRC. Anche quando il grip è pari a zero e la prova in questione, quella del Turini, mette KO tre dei big della corsa, Loeb mantiene i nervi saldi e continua a guadagnare secondi su secondi. Il settimo Monte Carlo vinto fuga ogni dubbio: è lui il più grande, anche quando un giorno saranno gli altri ad avere il pettorale #1.

Sebastien Ogier – Voto 9: Pronti, via ed è già secondo posto per la nuova Polo R WRC. Il pilota di Gap regala subito una grande soddisfazione e anche punti pesanti a Volkswagen, inoltre è l'unico a tener testa all'extraterrestre Loeb. Sbaglia solo nello shakedown, quando il crono non conta nulla, e si evince subito che ha la stoffa giusta per ereditare il trono del suo connazionale. Il tanto agognato Mondiale può arrivare già quest'anno?

Dani Sordo – Voto 8: Non si preoccupa di spingere più di tanto e il suo obiettivo è quello di portare la sua Citroen sana e salva a Monte Carlo. La sua saggezza, forte anche del secondo posto colto l'anno scorso, gli permette di salire sul terzo gradino del podio dopo un'avvincente lotta con Evgeny Novikov conclusasi anzitempo dal russo di M-Sport, che ha sbattuto sul Turini a pochi km dalla fine. Lo spagnolo ha messo alle corde soprattutto il nuovo compagno e rivale in campionato, Mikko Hirvonen (Voto 6), dato da tutti come il favorito per il titolo mondiale.

Bryan Bouffier – Voto 7: Arriva a Monte Carlo da outsider, senza pretese, perché questa corsa l'ha già vinta nel 2011. Conosce bene le strade e sa come dribblare gli ostacoli del meteo. Detto, fatto: Bouffier sfodera tutta l'esperienza necessaria sulle alpi francesi e chiude la rassegna 2013 in un'ottima quinta posizione, al debutto iridato su una World Rally Car. Chissà se Yves Matton, titolare Citroen Racing, avrà notato il francesino all'opera e se gli metterà a disposizione in futuro una DS3 WRC ufficiale...

Sepp Wiegand – Voto 7: Con una Skoda Fabia S2000 non si limita solo a dominare nella categoria WRC-2 ma addirittura chiude in ottava posizione. Il tedesco ha dimostrato una grande prova di maturità unita a un talento che gli amanti del campionato Intercontinentale conoscono bene. Sarà lui il nuovo padrone delle S2000?

Chi scende

Jari-Matti Latvala – Voto 4: Fatica a comprendere la Polo R WRC per tutta la gara e quando inizia a capirci qualcosa si fa tradire dalla neve bagnata andando a sbattere nella delicata prova del Turini. Il finlandese proprio non digerisce la parola costanza; la Volkswagen era al debutto e bisognava portare al traguardo la nuovissima Polo R WRC, soprattutto considerando che c'era in palio un quarto posto nel Rally di Monte Carlo.

M-Sport – Voto 3: Enzo Ferrari diceva che la sfortuna nel motorsport non esiste, quindi se la mettiamo così il team di Malcolm Wilson ha combinato un disastro di proporzioni bibliche. Delle quattro Fiesta RS WRC schierate, soltanto una è arrivata alla fine: quella di Mads Ostberg, sesto. Per il resto Thierry Neuville ha sbattuto nella prima giornata; Evgeny Novikov, terzo fino a quel momento, perde la ruota posteriore sinistra nella speciale del Turini e viene imitato pochi km dopo da Juho Hanninen. Non osiamo pensare allo stato d'animo di Wilson ma questi errori andranno evitati dalla Svezia in poi se non si vorrà rimpiangere l'addio di Ford.

I cronometristi – Voto 0: Sono loro la causa principale del caos generatosi nella prima giornata della manifestazione. Nei timing escono fuori tempi lontani dal vero e si fatica per ore a capire quale fosse la reale classifica. Per fortuna i problemi non si sono confermati nel resto della settimana, altrimenti i nuovi cronometristi del WRC (SIT) avrebbero faticato a raggiungere lo zero in pagella.

Menzione speciale per Andrea Crugnola (Voto 8): l'italiano si è messo in mostra con una Citroen DS3 R3T vincendo la prima prova del Turini e terminando al secondo posto nella classifica riservata alle due ruote motrici, mentre nell'assoluta appare 15esimo.

Clicca qui per leggere il report conclusivo del Rally di Monte Carlo

Stefano Chinappi - @StekiChinaps/@MotorInside

Casey Stoner nega un suo ingresso nel V8 Supercars: “Non ho ancora deciso il mio futuro”

Sun, 01/20/2013 - 10:06

Doccia fredda per i tifosi di Casey Stoner: l'ex campione del mondo di Moto GP ha negato, per adesso, la sua partecipazione alla prossima stagione del V8 Supercars.

I media australiani nelle ultime ore avevano dato per certo l'ingresso del due volte iridato Moto GP nel campionato turismo australiano, con il supporto del main sponsor Dunlop.

Ma il 27enne non ha atteso minuto di più per dribblare le voci dal web affermando su Twitter: “Non credete a tutto quello che leggete. Non so ancora quello che farò in futuro; naturalmente il V8 Supercars rientra tra le mie preferenze ma devo ancora decidere. Avrete presto notizie sulla mia scelta”.

@MotorInside

Munnich Motorsport conferma il suo impegno nel Mondiale con tre Seat León

Sun, 01/20/2013 - 09:50

Il Munnich Motorsport parteciperà al Mondiale Turismo 2013 schierando tre Seat León.

Dopo l'esperienza del team principal René Munnich con una Seat del team Special Tuning Racing a Suzuka, la compagine tedesca, vincitrice dell'ultimo titolo mondiale GT1, si presenterà ai blocchi di partenza del WTCC con il team manager e pilota Marc Basseng, Markus Winkelhock e appunto il patron Munnich.

“Conclusosi il progetto GT1 con il titolo mondiale, è adesso giunto per noi il momento di affrontare una nuova sfida nell'elite del turismo” ha dichiarato Munnich. “SEAT è il miglior partner per noi e l'auto promette assoluta affidabilità, oltre ad essere stata sempre competitiva”.

La squadra ha acquistato tre vetture, due delle quali appartenevano ad Aleksei Dudukalo e Gabriele Tarquini nel 2012, mentre la terza arriverà nelle prossime settimane.

@MotorInside

Dakar, Finale - Undici volte Peterhansel! Tripletta Kamaz fra i camion

Sat, 01/19/2013 - 21:05

Arriva a braccia alzate, conscio di aver riscritto ancora una volta la storia; è Stephane Peterhansel, giunto sul traguardo di Santiago del Cile portato in trionfo per aver vinto la sua 11esima Dakar.

La leggenda dei rally-raid ha dominato gran parte della corsa, agevolato anche dal ritiro dei Red Bull Buggy di Carlos Sainz e Nasser Al-Attiyah durante la prima settimana.

Peterhansel, al volante del suo X-Raid MINI, ha terminato l'edizione 2013 con un largo vantaggio di 42 minuti sulla Toyota di Giniel de Villiers. Sul terzo gradino del podio è salito un altro alfiere X-Raid MINI, Leonid Novitskiy, il quale è riuscito a contenere gli attacchi del velocissimo compagno di squadra Nani Roma, generoso nel penultimo giorno per aver aiutato il leader Peterhansel in difficoltà.

Conclude al quinto posto l'argentino Orlando Terranova al volante di una X-Raid BMW con cui ha vinto anche una prova.

La parte bassa della generale viene arricchita da Carlos Sousa (Great Wall) e dai piloti SMG Buggy Ronan Chabot e Guerlain Chicherit, quest'ultimo placato dai numerosi problemi verificatosi sul suo mezzo che lo hanno allontanato dalla zona podio. Quattordicesimo piazzamento per Robby Gordon, il quale ha dato però spettacolo col suo Hummer nella seconda settimana.

Classifica prova

1. Nani Roma - X-Raid MINI / 1h44'10"
2. Orlando Terranova - X-Raid BMW / + 13"
3. Lucio Alvarez - Toyota / + 31"
4. Giniel de Villiers - Toyota / + 1'27"
5. Guerlain Chicherit - SMG Buggy / + 2'05"

Classifica assoluta

1. Stephane Peterhansel - X-Raid MINI / 38h32'39"
2. Giniel de Villiers - Toyota / + 42'22"
3. Leonid Novitskiy - X-Raid MINI / + 1h28'22"
4. Nani Roma - X-Raid MINI / + 1h36'43"
5. Orlando Terranova - X-Raid BMW / + 1h49'10"

Come ampiamente previsto, fra i camion è tripletta Kamaz con il successo di Eduard Nikolaev su Andrey Karginov e Ayrat Mardeev. Soltanto quarto il primo Iveco guidato da Gerard De Rooy, invece Miki Biasion (Iveco) ha terminato nono.

@MotorInside

Monte Carlo, Finale - Loeb firma il settimo sigillo monegasco

Sat, 01/19/2013 - 20:06

La direzione gara decide di annullare le ultime due prove del Rally di Monte Carlo dopo un incidente che ha coinvolto tre spettatori (ora ricoverati in ospedale) e così Sebastien Loeb, in coppia con Daniel Elena, si assicura il settimo trionfo sulle strade del Principato.

L'alsaziano, che quest'anno ha scelto di disputare soltanto quattro gare, ha fornito l'ennesima lezione di classe lasciando le briciole ai suoi avversari. L'unico che ha provato davvero a tenergli testa è stato Sebastien Ogier, tornato ai vertici del rallysmo mondiale al volante della nuova Polo R WRC e capace di ottenere all'esordio con Volkswagen un preziosissimo secondo posto che vale quasi quanto una vittoria.

Dopo una lotta serrata con Evgeny Novikov, poi ritiratosi nella prima PS del sabato, Dani Sordo ha artigliato un importante terzo posto al suo ritorno nelle vesti di pilota ufficiale Citroen. Il cantabrico ha chiuso la kermesse davanti al compagno Mikko Hirvonen e all'altro pilota del Double Chevron, Bryan Bouffier; il francese, vincitore del Rally di Monte Carlo 2011, ha terminato in quinta piazza la sua prima gara iridata su una WRC e si è tolto anche la soddisfazione di vincere sul Turini in concomitanza con i ritiri dei vari Latvala, Novikov e Hanninen.

Esordio al Monte e, per giunta, da ufficiale M-Sport conclusosi con un sesto posto per Mads Ostberg: il norvegese ha sofferto diversi problemi sulla Fiesta RS WRC e le condizioni dei percorsi non lo hanno di certo agevolato. Seguono Martin Prokop (Ford) e il vincitore della classifica WRC-2, Sepp Wiegand (Skoda), con Olivier Burri (Peugeot) e Michal Kosciuszko (MINI) a completare la top 10.

Notevole performance di Andrea Crugnola che, al volante di una Citroen DS3 due ruote motrici, ha lottato sempre con i grandi e ha portato a casa il 15esimo posto assoluto nonché il secondo di categoria.

Dalla neve monegasca si passerà presto a quella svedese, con il secondo appuntamento iridato che avrà luogo l'8-10 febbraio.

Classifica

1. Loeb-Elena - Citroen / 5h18'57"2
2. Ogier-Ingrassia - Volkswagen / + 1'39"9
3. Sordo-Del Barrio - Citroen / + 3'49"0
4. Hirvonen-Lehtinen - Citroen / + 5'26"3
5. Bouffier-Panseri - Citroen / + 8'13"1
6. Ostberg-Andersson - M-Sport / + 12'03"7
7. Prokop-Ernst - Ford / + 23'27"3
8. Wiegand-Christian - Skoda / + 29'34"5
9. Burri-Duval - Peugeot / + 35'38"4
10. Kosciuszko-Szczepaniak - MINI / + 36'28"0

Mondiale Piloti

Loeb 25; Ogier 18; Sordo 15; Hirvonen 12; Bouffier 10; Ostberg 8; Prokop 6; Wiegand 4; Burri 2; Kosciuszko 1.

Stefano Chinappi - @StekiChinaps/@MotorInside

Monte Carlo, dopo PS16 - La giornata no di M-Sport prosegue con i guai di Ostberg

Sat, 01/19/2013 - 17:32

Non sembra esserci limite al calvario M-Sport nella giornata conclusiva del Rally di Monte Carlo: dopo i ritiri di Evgeny Novikov e Juho Hanninen nella PS14, sullo stesso percorso da Moulinet a La Bollene Vesubie Mads Ostberg ha danneggiato il posteriore della sua Fiesta RS WRC e ha perso circa 6'.

Il norvegese ha così lasciato la quinta posizione nelle mani di Bryan Bouffier (Citroen), vincitore della PS14.

Sebastien Loeb è stato invece il più veloce nel secondo passaggio sul Turini, ottenendo dalla PS16 quattro secondi sul diretto inseguitore Sebastien Ogier. Dani Sordo e Mikko Hirvonen non hanno corso rischi e si sono mantenuti in terza e quarta posizione. Sepp Wiegand controlla la situazione in WRC-2.

La speciale è stata interrotta per via di un incidente che avrebbe coinvolto diversi spettatori: a seguire novità sulla situazione.

Classifica

1. Loeb-Elena - Citroen / 5h18'57"2
2. Ogier-Ingrassia - Volkswagen / + 1'39"9
3. Sordo-Del Barrio - Citroen / + 3'49"0
4. Hirvonen-Lehtinen - Citroen / + 5'26"3
5. Bouffier-Panseri - Citroen / + 8'13"1
6. Ostberg-Andersson - M-Sport / + 12'03"7
7. Prokop-Ernst - Ford / + 23'27"3
8. Wiegand-Christian - Skoda / + 29'34"5
9. Burri-Duval - Peugeot / + 35'38"4
10. Kosciuszko-Szczepaniak - MINI / + 36'28"0

Sabato 20 gennaio

PS17 - Moulinet-La Bollene Vesubie 3 - 23.54 km/20:58
PS18 - Lantosque-Luceram 2 - 18.95 km/ 21:41

Stefano Chinappi - @StekiChinaps

Monte Carlo, dopo PS15 - Turini, che strage. Fuori Latvala, Novikov e Hanninen

Sat, 01/19/2013 - 15:45

Il Col de Turini miete le sue prime vittime: la prova di Moulinet-La Bollene Vesubie, che ha aperto la quarta e ultima giornata del Rally di Monte Carlo con una massiccia presenza di neve, ha assistito ai ritiri di Jari-Matti Latvala (Volkswagen), uscito di strada; Evgeny Novikov (M-Sport), il quale ha perso la ruota posteriore sinistra danneggiando la Fiesta RS WRC, e di Juho Hanninen (M-Sport), fermo nella discesa che porta al traguardo.

Ringraziano Dani Sordo e Mikko Hirvonen che accedono rispettivamente in terza e quarta posizione assoluta, davanti a Mads Ostberg, l'unico superstite M-Sport, e Bryan Bouffier, vincitore della prova thriller.

Sebastien Loeb si è tenuto ovviamente lontano dai guai e ha concesso qualche secondo al rivale Sebastien Ogier, anch'egli in gestione.

Entra in top 10 il leader del WRC-2 Sepp Wiegand (Skoda Fabia S2000); ottima anche la prova di Andrea Crugnola, settimo nella PS15 e 15esimo nella generale con una Citroen due ruote motrici.

Il primo 'giro' di giornata si concluderà con il secondo passaggio sul Col de Turini, prima di passare alla breve ma pur sempre delicata fase notturna.

Classifica

1. Loeb-Elena - Citroen / 4h56'48"4
2. Ogier-Ingrassia - Volkswagen / + 1'35"9
3. Sordo-Del Barrio - Citroen / + 3'15"3
4. Hirvonen-Lehtinen - Citroen / + 4'24"8
5. Ostberg-Andersson - M-Sport / + 6'10"9
6. Bouffier-Panseri - Citroen / + 7'29"2

Sabato 20 gennaio

PS16 - Moulinet-La Bollene Vesubie 2 - 23.54 km/ 17:12
PS17 - Moulinet-La Bollene Vesubie 3 - 23.54 km/20:58
PS18 - Lantosque-Luceram 2 - 18.95 km/ 21:41

Stefano Chinappi - @StekiChinaps

00_lesrfas.jpg

Alonso pronto a fare da scudiero a Massa: “Se ne avesse bisogno perchè no...”

Sat, 01/19/2013 - 09:37

Fernando Alonso ha dichiarato di esser pronto ad aiutare Felipe Massa qualora quest'ultimo si trovasse in condizione di vincere il titolo.

L'asturiano si è detto impressionato dalle ultime prestazioni mostrate dal team-mate nella stagione appena conclusa ed è pronto a scommettere che ricoprirà un ruolo di primo rilievo nel 2013.

“Mi ha molto sorpreso nella seconda parte della scorsa stagione” ha commentato Alonso al meeting Wroom. “In Brasile soprattutto ha mostrato di essere ancora in grado di lottare per il titolo”.

“Se quest'anno dovesse trovarsi nella condizione di vincere il Mondiale mi farei senz'altro da parte, come ha fatto lui nei campionati scorsi”.

Dal canto suo Massa spera di avere le stesso possibilità del vice-campione 2012: “E' surreale pensare che la Ferrari punti tutto su un pilota, sono convinto che io e Fernando partiremo con le stesse opportunità”.

Andrea Giustini - @BetOnRed_F1

Dakar, Day 13 – Gordon mostra gli artigli e Kamaz si prepara al successo finale fra i camion

Fri, 01/18/2013 - 23:54

La penultima tappa della Dakar svoltasi fra Copiapo e La Serena è stata espugnata da Robby Gordon il quale, alla guida dell’Hummer H3 #315, ha preceduto di ventidue secondi Guerlain Chicherit e Orlando Terranova, rispettivamente esibitisi alla guida dell’SMG #309 e della BMW X3 CC #313. Le prime cinque posizioni sono state completate da Giniel De Villiers e Leonid Novitskiy mentre il capolista della graduatoria generale, Stephane Peterhansel, ha conseguito appena il nono posto con 13’51” di svantaggio e si è catalogato dinanzi a Yong Zhou, alfiere del costruttore cinese Great Wall.

Classifica prova

1.    Robby Gordon – Hummer / 3h40’53”
2.    Guerlain Chicherit – SMG / + 22”
3.    Orlando Terranova – X-Raid BMW / + 4’41”
4.    Giniel De Villiers – Toyota / + 8’08”
5.    Leonid Novitskiy – X-Raid MINI / + 8’35”

Classifica assoluta

1.    Stephane Peterhansel – X-Raid MINI / 36h44’46”
2.    Giniel De Villiers – Toyota / + 44’38”
3.    Leonid Novitskiy – X-Raid MINI / + 1h29’31”
4.    Nani Roma – X-Raid MINI / + 1h40’26”
5.    Orlando Terranova – X-Raid BMW / + 1h52’40”

Fra i camion a trionfare è stato Andrey Karginov, che ha tenuto elevato il vessillo di Kamaz-Master ai danni di Gerard De Rooy e Ales Loprais, rispettivamente portabandiera dei marchi Iveco e Tatra. In classifica assoluta si profila una tripletta marchiata Kamaz e composta da Eduard Nikolaev, Andrey Karginov e Ayrat Mardeev; tuttavia fra quest’ultimo e Gerard De Rooy ci sono appena cinque minuti di distanza, che risultano colmabili nel corso dell’ultima frazione di sabato.

Gabriele Sbrana

Giacomo Ricci potrebbe tornare in Auto GP: “Voglio reinventare la mia carriera”

Fri, 01/18/2013 - 21:14

Giacomo Ricci ha espresso la volontà di tornare a competere in Auto GP con un programma che comprenda l’intera stagione.

Vincitore di due gare in GP2 nel 2010, nelle ultime stagioni il 27enne italiano non è riuscito a gareggiare con continuità a causa di problemi di budget.

“Mi piacerebbe correre in Auto GP perché è una categoria che offre buone opportunità di mettersi in luce mantenendo costi relativamente bassi” sono state le parole del pilota milanese, riportate da Autosport. “Inoltre permette di affacciarsi sia verso i grandi campionati a ruote scoperte che alle principali serie a ruote coperte”.

“Al momento non intendo ritirarmi dalle competizioni di monoposto. Sono ancora molto motivato, ma la 'valigia' resta sempre il problema principale”.  

Lo scorso anno Ricci ha disputato sei gare in Auto GP nelle file dei team Zele Racing e MLR71, cogliendo un podio nel round di Marrakech e terminando il campionato in undicesima posizione.

Edoardo Vercellesi – @edoverce97

Thiriet by TDS Racing raddoppia e al rinnovato impegno in LMP2 affianca una nuova sfida tra le GT

Fri, 01/18/2013 - 21:09

Thiriet by TDS Racing, la compagine transalpina protagonista lo scorso anno in classe LMP2 con un esemplare di Oreca 03-Nissan, prototipo col quale si è aggiudicata entrambi i titoli in European Le Mans Series e ha conseguito un superlativo secondo posto di categoria alla 24 Ore di Le Mans con l’equipaggio Beche/Thiriet/Tinseau, ha messo in cantiere un programma ambizioso e impegnativo per la stagione 2013.

Al rinnovato impegno con l’Oreca 03-Nissan sia nella serie continentale endurance sia nella prossima edizione della grande classica della Sarthe, il team francese affiancherà infatti un doppio programma in ambito Gran Turismo che prevede l’iscrizione di una BMW Z4 alla Blancpain Endurance Series e al Campionato Francese GT. In entrambe le competizioni la vettura teutonica verrà affidata alla coppia composta da Ludovic Badey (che torna quindi nel team col quale condivise molti successi a metà decennio scorso nel Megane Trophy) e Henry Hassid (attuale campione GT transalpino). Il team manager Xavier Combet non ha addirittura escluso la possibilità di iscrivere una seconda Z4 a entrambe le competizioni.

Non è stata invece divulgata la composizione degli equipaggi destinati a tenere alta la bandiera della scuderia nell’ambito dei prototipi LMP2, benché sia ovviamente certa la presenza di Pierre Thiriet.

Arriva la Camaro nella Superstars

Fri, 01/18/2013 - 20:23

La Chevrolet Camaro entra nel campionato Superstars a partire dalla stagione 2013: la vettura statunitense sarà portata in pista dal Solaris Motorsport di Francesco Sini.

Il pilota italiano, che lo scorso anno ha vinto al Mugello con una Chevrolet Lumina, sarà alla guida della Camaro.

Il team Solaris intende schierare anche una Lumina per il 19enne austriaco Florian Renauer mentre la seconda Camaro sarà pronta per la parte finale della stagione.

@MotorInside

 

La FIA cambia rotta: nel 2013 peso-base uguale per tutti e niente zavorre nei primi due eventi

Fri, 01/18/2013 - 18:01

La FIA ha confermato ufficialmente che tutte le vetture iscritte al Campionato Mondiale Turismo 2013 inizieranno la stagione e correranno i primi due eventi col medesimo peso di 1150 kg, in attesa che dal terzo round in poi entri in scena il famigerato sistema di bilanciamento delle prestazioni – in base al quale le auto più rapide verranno sovraccaricate fino a un massimo di 40 kg e quelle più lente avranno modo di beneficiare di una riduzione di peso fino a 20 kg.

L’inedita decisione della Federazione, che di fatto livella i pesi-base dei modelli partecipanti al WTCC, individua un deciso mutamento di rotta rispetto allo scorso anno, quando non solo le masse di riferimento non erano uguali per tutti ma le Chevrolet Cruze furono appesantite fin dal round d’esordio del massimo possibile di zavorra (40 kg); all’epoca tale delibera risultò essere un compromesso volto a tacitare le rimostranze di alcune marche concorrenti le quali, in virtù del dominio incontrastato delle vetture statunitensi già emerso nel 2011, aveva chiesto un sensibile ritocco verso l’alto del peso-base delle stesse.

In funzione dell’allineamento decretato dalla FIA, quindi, sia le Chevrolet Cruze 1.6T che le BMW 320TC godranno di una riduzione di 10 kg del peso-base rispetto ai 1160 kg dello scorso anno mentre SEAT León WTCC, Honda Civic Super 2000TC e Ford Focus S2000 TC rimangono inalterate a quota 1150. Resta da definire la posizione della LADA Granta Sport, che a differenza delle altre non era stata omologata formalmente nel corso del 2012: il peso-base della vettura russa verrà stabilito a parte e comunicato prossimamente dagli appositi organi federali.

Force India nega l'esistenza di problemi finanziari e annuncerà il secondo pilota soltanto prima dei test di Jerez

Fri, 01/18/2013 - 16:41

Bob Fernley, vice team principal della Force India, nega che la squadra indiana sia in difficoltà economiche o, addirittura, in vendita.

Anche se queste voci girano dalla scorsa stagione, più esattamente dopo il fallimento della Kingfisher del patron Vijay Mallya, Fernley sostiene che la Force India sia in grado di proseguire senza aiuti.

“Mallya e Sahara sono molto potenti e non hanno bisogno di ricevere del sostegno finanziario da terzi” ha spiegato. “Stiamo anzi valutando un piano d'espansione proposto da Vijay già dal termine del 2012”.

“Proseguiremo come abbiamo sempre fatto fino a questo momento, senza dipendere da nessuno. Sentire che la Force India avrebbe rischiato il fallimento ci ha dato molto fastidio poiché è del tutto falso”.

Fernley ha gelato poi l'animo dei tifosi che speravano di conoscere il nome del secondo pilota durante il lancio della nuova VJ06.

“Il 1° febbraio vedrete soltanto la monoposto, la line-up sarà annunciata probabilmente alla vigilia della prima sessione di test a Jerez”.

Andrea Giustini - @BetOnRed_F1

Monte Carlo, dopo PS13 – Sul Sisteron è ancora dominio Loeb!

Fri, 01/18/2013 - 15:53

Con il successo di Sebastien Loeb lungo i mitici 36 km della prova di Sisteron (come avvenne nel 2002) si chiude anche la terza giornata del Rally di Monte Carlo: il francese della Citroen ha ripreso a guadagnare secondi importanti su Sebastien Ogier (Volkswagen), ormai staccato di quasi due minuti e alla continua ricerca del feeling con la sua Polo R WRC.

Evgeny Novikov (M-Sport) termina la terza giornata alle spalle dei big e davanti a Dani Sordo (Citroen), staccato di 1"7.

Jari-Matti Latvala sulla seconda Polo R WRC ha sopravanzato Mikko Hirvonen (Citroen) guadagnandosi l'accesso alla quinta posizione con oltre 4' da Loeb. Anche la settima piazza è occupata da un finnico, nella fattispecie Juho Hanninen (M-Sport), autore di una gara fin qui ricca di ad alti e bassi.

Ottavo chiude Mads Ostberg (M-Sport), rallentato da un’errata scelta di pneumatici; segue Bryan Bouffier su Citroen e Martin Prokop al volante di una Ford.

In WRC-2 continua la cavalcata vincente di Sepp Wiegand su Skoda Fabia Super 2000 mentre tra le berlinette del WRC-3 Matthieu Maurage mantiene le distanze da Sebastien Chardonnet; terzo il nostro Andrea Crugnola.

Classifica

1. Loeb-Elena - Citroen / 4h16'41"9
2. Ogier-Ingrassia - Volkswagen / + 1'47"4
3. Novikov-Minor - M-Sport / + 3'19"9
4. Sordo-Del Barrio - Citroen / + 3'21"6
5. Latvala-Anttila - Volkswagen / + 4'04"9
6. Hirvonen-Lehtinen - Citroen / + 4'19"1
7. Hanninen-Tuominen - M-Sport / + 5'15"5
8. Ostberg-Andersson - M-Sport / + 6'18"2
9. Bouffier-Panseri - Citroen / + 8'20"6
10. Prokop-Ernst - Ford / + 18'48"8

Sabato 20 gennaio

PS14 - Moulinet-La Bollene Vesubie 1 - 23.54 km/ 15:11
PS15 - Lantosque-Luceram 1 - 18.95 km/ 15:54
PS16 - Moulinet-La Bollene Vesubie 2 - 23.54 km/ 17:12
PS17 - Moulinet-La Bollene Vesubie 3 - 23.54 km/20:58
PS18 - Lantosque-Luceram 2 - 18.95 km/ 21:41

Marco Cantarella - @MCantarella

Craig Breen diventa pilota ufficiale di Peugeot Sport

Fri, 01/18/2013 - 14:37

Craig Breen è stato nominato pilota ufficiale di Peugeot Sport.

Il pilota irlandese, campione SWRC, prenderà parte a otto eventi del campionato Europeo con una 208 versione R2 curata dal team francese Sainteloc, iniziando dal Rally di Lettonia del prossimo mese.

Breen si dedicherà anche allo sviluppo della 208 R5, che inizierà dalla prossima settimana con un test su sterrato.

“E' incredibile” ha subito esclamato Breen. “Sono davvero entusiasta di poter lavorare con Peugeot Sport; d'altronde lo sognavo da quando ero ragazzino. Il mio obiettivo adesso è quello di mostrare una buona velocità e di arrivare a vincere diverse gare”.

“Riguardo il programma di test, darò del mio meglio al fine di sostenere lo sviluppo della 208 R5”.

Gli altri piloti che guideranno la 208 R5 nell'Europeo 2013 saranno Jeremi Ancian e Stephane Lefebvre; il primo farà Azzorre, Tour de Corse, San Marino, Polonia, Sanremo e Valais mentre il secondo correrà in Lettonia, Azzorre, San Marino e Polonia.

@MotorInside

Monte Carlo, dopo PS12 - Ostberg vince la prova, Novikov sale sul podio virtuale

Fri, 01/18/2013 - 13:24

M-Sport si prende i riflettori della PS12, St.Nazaire le Desert-La Motte Chalancon (22.11 km): lo scratch è stato ottenuto da Mads Ostberg mentre il secondo crono permette ad Evgeny Novikov di scalzare Dani Sordo dal podio virtuale.

Lo spagnolo della Citroen ha perso ben 16” dal russo di M-Sport, che adesso si ritrova a una prova dal termine della giornata con un tesoretto di 8”6.

Questa volta Sebastien Loeb (Citroen) non si è preso troppi rischi e ha lasciato 1” al diretto inseguitore Sebastien Ogier (Volkswagen), in ritardo nella generale con la sua Polo R WRC di 1'35”.

Mikko Hirvonen (Citroen) ha ottenuto il terzo tempo di prova racimolando sette importanti secondi su Jari-Matti Latvala (Volkswagen), ora attardato di 23”9 dal quinto posto.

Il vincitore della PS, Ostberg, resta sempre all'ottavo posto tra il compagno Juho Hanninen e il pilota Citroen Bryan Bouffier.

La prossima prova vedrà la carovana tornare sulle mitiche strade di Sisteron, che mancava nel Mondiale dal 2002.

Classifica

1. Loeb-Elena - Citroen / 3h53'24"0
2. Ogier-Ingrassia - Volkswagen / + 1'35"3
3. Novikov-Minor - M-Sport / + 2'57"6
4. Sordo-Del Barrio - Citroen / + 3'06"2
5. Hirvonen-Lehtinen - Citroen / + 3'32"3
6. Latvala-Anttila - Volkswagen / + 3'56"2
7. Hanninen-Tuominen - M-Sport / + 4'30"6
8. Ostberg-Andersson - M-Sport / + 5'45"3
9. Bouffier-Panseri - Citroen / + 7'40"7
10. Prokop-Ernst - Ford / + 16'35"0

Venerdì 18 gennaio

PS13 - Sisteron-Thoard - 36.70 km/ 15:29

Stefano Chinappi - @StekiChinaps/ @MotorInside

Matias Laine si accorda con P1 Motorsport

Fri, 01/18/2013 - 12:26

Matias Laine compie il passaggio dalla GP3 alla Formula Renault 3.5 accordandosi con P1 Motorsport.

Il finlandese, classificatosi quinto nella serie addestrativa, sarà il nuovo team-mate di Will Stevens.

“Si tratta per me di una grande opportunità di correre in Formula Renault 3.5” ha dichiarato Laine. “Dopo due anni di GP3, entrare a far parte di questa categoria è un significativo passo in avanti nella mia carriera agonistica”.

“Con P1 mi sono trovato veramente bene nei test e attendo con fiducia la stagione”.

@MotorInside

La Williams FW35 salterà i test di Jerez e verrà presentata a Barcellona

Fri, 01/18/2013 - 09:33

La nuova Williams non parteciperà ai primi test invernali di Jerez ma farà il suo esordio a Barcellona il 19 febbraio, nella stessa data in cui verrà svelata al pubblico.

A Jerez la squadra di Grove utilizzerà invece una versione aggiornata della FW34 dotata della livrea 2013.

“Utilizzeremo la FW34 (con livrea 2013) a Jerez per testare un numero di parti fondamentali in vista del lancio della FW35” ha spiegato il team nel comunicato stampa.

Calendario presentazioni

McLaren - 31 gennaio
Ferrari - 1° febbraio
Force India - 1° febbraio
Sauber - 2 febbraio
Red Bull - 3 febbraio
Mercedes - 4 febbraio
Toro Rosso - 4 febbraio
Williams - 19 febbraio

@MotorInside