Motorinside

Syndicate content
Updated: 1 year 35 weeks ago

James Key si sbilancia: “La Toro Rosso meglio della Sauber quest’anno”

Mon, 01/28/2013 - 09:05

James Key, da quest’anno in forze come capo tecnico alla Toro Rosso dopo la sua esperienza in Sauber, ha dichiarato che il progetto di Faenza supererà in competitività quello della scuderia svizzera; Key si è trasferito al termine della scorsa stagione in sostituzione di Giorgio Ascanelli.

“Dopo Force India e Sauber, Toro Rosso è la terza squadra per cui ho il piacere di lavorare” ha detto Key, “Da un lato sono tutte uguali, ma provengono da paesi diversi e hanno culture di lavoro uniche. In Toro Rosso ho dovuto risolvere problemi nuovi rispetto alla Sauber, ma le risorse che questo team possiede sono molto più grandi anche in termini di capacità umane”.

Key ha rivelato tutta la sua soddisfazione per la nuova creatura, la STR8, che verrà presentata la prossima settimana in occasione dei primi test stagionali a Jerez.

Daniel Ricciardo ha tenuto ad aggiungere: “Abbiamo cambiato alcune cose insieme al team; spero di ottenere più punti questa stagione e di entrare in lotta con squadre come Force India, Sauber e Williams”.

Ricordiamo che la stagione 2012 ha visto terminare la scuderia gemella della Red Bull solamente al nono posto Costruttori.

Davide Cantire

A Bernie Ecclestone è proibito utilizzare Twitter

Mon, 01/28/2013 - 09:02

Bernie Ecclestone non può utilizzare Twitter; a riferirlo è stato l’ex capo olimpico Michael Payne, che adesso lavora come consigliere speciale per il boss della F1.

RMC Sport lo cita: “Gli ho suggerito di iscriversi a Twitter, ma lui mi ha risposto che i suoi avvocati glielo hanno proibito, temendo una catastrofe” ha sorriso Payne.

Davide Cantire

24 Ore di Daytona, Gara - Trionfo al cardiopalma per Ganassi, Angelelli 2°. Mortara vince tra le GT

Sun, 01/27/2013 - 23:03

Il team Ganassi trionfa per la quinta volta in dieci anni alla 24 Ore di Daytona con l'equipaggio composto dalla leggenda Scott Pruett (ha eguagliato Hurley Haywood come record di vittorie nella classica della Florida), Memo Rojas, Charlie Kimball, Scott Dixon e Juan Pablo Montoya; il colombiano è stato il protagonista che, nell'ultima ora di gara, ha trascinato la sua BMW-Riley alla vittoria grazie a una rimonta capolavoro.

Montoya infatti nel giro dei sessanta minuti conclusivi è salito in zona podio mettendosi dietro la Ford-Riley del Michael Shank Racing, la Chevrolet-Coyote della Action Express, penalizzata per un contatto con il prototipo dell'MSR, e infine la Chevrolet-Dallara del Wayne Taylor Racing guidata da Max Angelelli, il quale ha preferito non entrare ai box e di conseguenza si è dovuto arrendere alla maggior competitività del BMW-Riley “accontentandosi” della seconda posizione a 22 secondi da Montoya.

Terza piazza per i campioni uscenti del Michael Shank Racing, che ambivano al successo finale fino a quando AJ Allmendinger non è stato vittima di un contatto con Joao Barbosa (Action Express) ed è dovuto rientrare ai box per pulire i radiatori perdendo otto giri.

La penalità ha retrocesso fuori dal podio il team Action Express dei vari Barbosa, Mike Rockenfeller e Burt Frisselle.

In classe GT da sottolineare la vittoria di Edoardo Mortara; l'italiano ha condiviso il volante di un'Audi R8 Grand-Am del team Alex Job Racing con Filipe Albuquerque, Olly Jarvis e Dion von Moltke. Il team APR Motorsport ha completato la doppietta Audi.

Ordine d'arrivo

Casey Stoner conferma il suo ingresso nel V8 Supercars con Triple 8

Sun, 01/27/2013 - 09:02

Casey Stoner non si nasconde più e rivela al Daily Telegraph australiano che correrà quest'anno nella serie di sviluppo del V8 Supercars col team Triple 8.

Il due volte iridato nella Moto GP sarà alla guida di una Holden Commodore in tutte le prove del campionato e considera quella del 2013 come una stagione di prova in vista di un potenziale sbarco nella massima serie.

“Sarà un anno di prova per vedere come andrò e se mi piacerà la categoria” ha spiegato Stoner. “Qualora non dovesse andar bene, non approfondiremo la collaborazione”.

L'australiano vorrebbe partecipare alle gare endurance di Sandown e Bathurst per prepararsi al meglio in vista della stagione ma ammette: “Dubito che qualcuno mi voglia, anche se non lo escludo”.

@MotorInside

Max Mugelli parteciperà al campionato 2013 con il team Dinamic

Sat, 01/26/2013 - 09:22

Dalle pagine del sito ufficiale Superstars arriva la conferma della partecipazione alla stagione 2013 anche per Max Mugelli in seno al team Dinamic. Il pilota bolognese condividerà il box ancora con Giovanni Berton, in attesa di conoscere i programmi 2013 dell’altro alfiere BMW, Thomas Biagi, il quale ha appena provato la M3 DTM come premio per aver trionfato nel Sportpokal.

Mugelli, classe 1974, aveva debuttato lo scorso anno in Superstars con la Mercedes di Romeo Ferraris, dopo un anno di GT Sprint; poi, dopo alcune gare sfortunate con qualche guasto di troppo, il divorzio dal tuner milanese che lo ha portato a disputare le ultime due gare del campionato con la BMW del Dinamic, con cui ha colto un bellissimo podio a Vallelunga. E adesso è intenzionato a raccogliere il bottino dell’esperienza accumulata lo scorso anno “Non nascondo che il mio obiettivo è quello di stare davanti e perché no, di puntare anche al titolo.” E intanto prennuncia grosse novità sulle BMW, con un muso totalmente nuovo.

Massimiliano Palumbo

Open Test Miami, Day 1 & 2: Dominio Andretti Autosport con Munoz e Veach

Fri, 01/25/2013 - 21:50

Si è conclusa nel segno del team Andretti Autosport la prima uscita ufficiale in pista della Indy Lights e dei suoi, pochi, piloti. Infatti il tracciato infield del Homestead-Miami Speedway ha ospitato solamente nove entries, davvero poche arrivati a questo punto dell’anno.

In entrambi le giornate il più veloce è stato il colombiano Carlos Munoz, il quale si è imposto per ben due volte sul nuovo compagno di scuderia Zach Veach, proveniente dalla Star Mazda. I due piloti della scuderia Andretti sono i più quotati per la conquista del titolo, benché Veach sia un debuttante.

Nella prima giornata bene il colombiano Gabby Chaves con la monoposto del team di Sam Schmidt, nella seconda ottima performance del canadese Mikael Grenier (Team Moore), lo scorso anno fermo per mancanza di sponsor. Il campione 2012 della Star Mazda Jack Hawksworth è stato il quarto più veloce in pista con l’auto del team Schmidt, seguito da Dempsey sulla vettura messa in pista dal team Belardi.

Presente in pista anche il venezuelano Giancarlo Serenelli, nota conoscenza in Europa per i suoi trascorsi poco fortunati in GP2 ed Auto GP, ma varcato l’Oceano grazie alla chiamata dello Juncos Racing non ha saputo far meglio della penultima piazza.

Classifica finale

1. Carlos Munoz - Andretti Autosport - 1’14”5277
2. Zach Veach - Andretti Autosport - 1’15”2095
3. Mikael Grenier - Team Moore Racing - 1’15”3141
4. Jack Hawksworth - Schmidt Peterson Racing - 1’15”5497
5. Peter Dempsey - Belardi Auto Racing - 1’15”7552
6. Gabby Chaves - Schmidt Peterson Racing - 1’16”0074
7. Juan Pablo Garcia - Team Moore Racing - 1’16”1166
8. Jack Hawksworth - Schmidt Peterson Racing - 1’16”6814*
9. Giancarlo Serenelli - Juncos Racing - 1’16”7990
10. Mike Larrison - Belardi Auto Racing - 1’16”9816

*con seconda auto

Roberto Del Papa @papix27

Le migliori notizie dal quarto e ultimo giorno del NASCAR Media Tour

Fri, 01/25/2013 - 20:50

Si è concluso con la quarta giornata il NASCAR Media Tour, che ha visto ieri sotto i riflettori soprattutto il Joe Gibbs Racing, il Roush Fenway Racing e il Richard Petty Motorsports.

Da casa Gibbs Ã¨ arrivato soprattutto l'attesa ufficializzazione del rinnovo pluriennale del contratto di Kyle Busch, che in questa stagione tornerà anche a correre per il team di "Coach" Gibbs anche in 25 appuntamenti della Nationwide Series dopo un anno di "castigo". Il nuovo acquisto del team, Matt Kenseth, ha ovviamente detto di trovarsi molto bene e sarà interessante vedere un pilota della sua solidità affiancare Busch e Hamlin in quello che potrebbe essere uno dei team più forti della Sprint Cup. Si attendono invece notizie per un'altro dei giovani terribili che stanno facendo furore nelle serie inferiori della NASCAR, Darrell Wallace Jr. sotto contratto di sviluppo con il JGR.

Jack Roush punta ancora una volta al bersaglio grosso, ma la novità più succosa è l'approdo di Ricky Stenhouse a tempo pieno in Sprint Cup, al volante della Fusion #17, per cui non sono ancora stati trovati tutti gli sponsor. Il due volte (consecutive) campione della Nationwide Series si appresta, anche in virtù di vicende di gossip, a vivere un'annata decisamente sotto i riflettori. Altro particolare non trascurabile: per la prima volta l'RFR fornirà materiale al Penske Racing, il cui titolare ha già detto di essersi trovato di fronte macchine completamente diverse da quelle che realizzavano loro. Funzionerà la convivenza? Probabilmente sì. Il vero punto cruciale però è: riusciranno a trarne beneficio entrambi e riportare la Sprint Cup in casa Ford per la prima volta dal 2004? Anche qui ci sono notizie in chiave 2014, perché Roush ha dichiarato di aver messo in cantiere l'impegno full-time di Trevor Bayne in Sprint Cup per quella stagione, sponsor permettendo, chiaramente. Il 21enne di Knoxville, vincitore della Daytona 500 nel 2011 quest'anno darà la caccia al titolo della Nationwide Series e porterà avanti un programma parziale con il Wood Brothers Racing in Cup.

Meno notizie sul fronte Richard Petty Motorsports: "The King" ha annunciato l'espansione a 25 gare della sponsorizzazione di Smithfield Foods sulla #43, ma soprattutto Marcos Ambrose si è liberato (finalmente) della foltissima barba con cui si era presentato alle prime prove stagionali.

Stay Tuned!

Gian Luca Guiglia - @gian_138

Skoda Italia conferma Umberto Scandola e passa agli pneumatici Pirelli

Fri, 01/25/2013 - 19:49

Skoda Italia conferma che anche nel 2013 sarà al via del CIR con Umberto Scandola e Guido D'Amore.

La filiale tricolore della Casa di Mlada Boleslav ha inoltre annunciato che la vettura del veronese sarà gommata Pirelli.

In vista del primo appuntamento tricolore a fine marzo con il Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, Scandola ha dichiarato: “Sono molto soddisfatto. Partecipare al Campionato Italiano Rally è un onore e un piacere;  il fatto di poter contare su un team come Skoda Italia Motorsport, e di correre nuovamente con la Fabia Super 2000, è motivo di orgoglio. Durante la scorsa stagione abbiamo acquisito molte informazioni sulla vettura e il feeling è aumentato. Sarà una bella sfida, io e Guido non vediamo l'ora di gareggiare”.

@MotorInside

Svelato il percorso del Rally dell’Acropoli 2013: tra le novità una speciale di 26 km in notturna

Fri, 01/25/2013 - 19:26

Gli organizzatori del Rally dell’Acropoli hanno reso noto il percorso dell’edizione 2013, in calendario da venerdi 31 maggio a domenica 2 giugno e valida come sesto evento del Mondiale. Rispetto allo scorso anno sono state introdotte alcune importanti variazioni, le più rilevanti delle quali sono il ritorno alle tre giornate di competizione (in luogo delle quattro del 2012), la drastica riduzione del numero di prove speciali (da 22 a 14) con conseguente accorciamento del chilometraggio complessivo e l’introduzione di una speciale interamente in notturna, che concluderà la prima giornata.

L’evento – la cui base, incluso il Service Park, resterà a Loutraki – prenderà il via nella mattinata di venerdi con le qualifiche, dopodiché le vetture si trasferiranno ad Atene per la cerimonia di partenza, la quale sarà seguita a sua volta da un impegnativo programma serale: dopo il ritorno dalla capitale greca i concorrenti dovranno infatti affrontare dapprima la SS1 Kineta-Pissia di ben 47,7 km e quindi la SS2 Kineta, 26 km da percorrere in notturna, il cui via è previsto alle ore 21:26 locali.

Il programma del sabato è invece rimasto immutato rispetto al 2012 e consisterà di otto prove speciali (Klenia Mycenae, Ghymno, Kefalari, Ziria – ognuna delle quali da affrontare due volte) per complessivi 149,5 km. La giornata finale consisterà nelle speciali di Pissia (11,5 km) e Loutraki (30 km), da ripetersi anch’esse due volte; la prima verrà percorsa in direzione opposta rispetto al 2012 mentre la seconda prenderà il posto della Aghii Theodori, rispetto alla quale è oltre 10 km più lunga. La SS14 (Loutraki 2), in qualità di prova conclusiva, fungerà anche da Power Stage.

I cambiamenti apportati al percorso comporteranno l’esclusione delle classiche prove attorno a Itea, panorama della seconda giornata dell’edizione 2012; il chilometraggio totale del rally sarà di poco superiore ai 1050 km (306,5 dei quali di prove speciali), con una drastica riduzione rispetto allo scorso anno non solo nei km cronometrati (409,5 nel 2012) ma soprattutto nei trasferimenti, ridotti di oltre 500 km.

La brochure completa del Rally dell’Acropoli 2013 è scaricabile qui.

 

Jake Rosenzweig si unisce a Rio Haryanto in Barwa Addax

Fri, 01/25/2013 - 16:39

Barwa Addax chiude la parentesi line-up 2013 confermando Jake Rosenzweig.

Il pilota statunitense, che ha preso parte col team spagnolo agli ultimi due round della scorsa stagione e ai test invernali di Barcelona e Jerez, si unirà a Rio Haryanto in quella che si presenta come una coppia veloce ed esperta.

“Sono tanto entusiasta di correre con Barwa Addax nel 2013” ha dichiarato Rosenzweig, il quale ha gareggiato lo scorso anno anche in Formula Renault 3.5. “Ritengo che sia una fantastica opportunità per me continuare il lavoro iniziato nelle ultime due gare del 2012. Farò del mio meglio per ottenere il maggior numero di punti possibile”.

@MotorInside

Eurosport lancia il WTCC Asia Trophy

Fri, 01/25/2013 - 16:28

Eurosport, broadcaster ufficiale e uno dei principali sostenitori del WTCC, ha lanciato in concerto con gli organizzatori della serie iridata un nuovo trofeo, denominato Eurosport WTCC Asia Trophy, per il quale potranno competere i piloti asiatici che prenderanno parte ad almeno uno dei tre rounds finali del Mondiale, che appunto si disputeranno in Oriente.

La creazione di questo nuovo trofeo è giustificata dal crescente interesse di team, piloti e sostenitori del continente asiatico nei confronti di questa categoria, come ha spiegato il general manager del Mondiale, Marcello Lotti: “Negli ultimi anni abbiamo notato un seguito sempre maggiore da parte di piloti dell’Asia, in particolare dovuto al fatto che molte delle vecchie auto WTCC continuano a correre nei campionati nazionali”. Nel 2012 sono stati infatti ben tredici i piloti asiatici cimentatisi come wild-cards in almeno uno dei tre eventi finali del Mondiale, disputati a Suzuka, Shanghai e Macao.

“Per incoraggiarli e in senso di apprezzamento dei loro sforzi abbiamo deciso di istituire un trofeo speciale che verrà conferito insieme agli altri stagionali a Macao” ha aggiunto Lotti. “Stiamo inoltre trattando con alcuni potenziali sponsors al fine di aggiungere anche un premio in denaro”.

Come già detto, il trofeo sarà riservato alle wild-cards e non potranno concorrervi quei piloti – come ad esempio Charles Kaki Ng – che, seppur asiatici, prenderanno parte all’intera stagione iridata. La classifica verrà formata in base ai risultati ottenuti nelle gare di Suzuka, Shanghai e Macao con lo schema di punteggio 10-8-6-5-4-3-2-1; coloro che riuscissero a ottenere punti validi per la graduatoria iridata verranno accreditati in pari misura di punti bonus per la classifica del nuovo trofeo.

European Championship - Eddie Cheever è il quarto pilota Prema nella serie continentale

Fri, 01/25/2013 - 15:29

Prema completa lo schieramento per il FIA European F3 Championship accordandosi con Eddie Cheever.

Il 19enne figlio dell'ex pilota di Formula 1 e IndyCar, al secondo anno con Prema, proviene da una notevole stagione nella terza serie tricolore in cui ha lottato fino all'ultimo per il successo ed è stato battuto al colpo di reni soltanto da Riccardo Agostini.

“Sono felicissimo e onorato di poter proseguire con il team Prema anche quest'anno e spero di ripetere i successi dell'anno scorso in una categoria così competitiva come il FIA European F3 Championship” ha commentato Cheever, che avrà come team-mates Raffaele Marciello, Alex Lynn e Lucas Auer.

@MotorInside

La 24 Ore di Le Mans 2013 attira 71 potenziali iscritti

Fri, 01/25/2013 - 14:15

L'Automobile Club de l'Ouest ha comunicato di aver ricevuto 71 richieste d'iscrizione, su 55 posti disponibili, per la 24 Ore di le Mans 2013.

In una nota l'ACO, che organizza la classica de La Sarthe, afferma che sono 41 le richieste in LMP1 e LMP2 e 30 per GTE Pro e GTE Am.

Per gli organizzatori quest'abbondanza di richieste “dimostra l'infondatezza delle paure che aleggiano sul motorsport a causa dell'attuale situazione economica: è fantastico che tutti i potenziali iscritti siano di prima qualità”.

Delle 71 richieste, 16 verranno accettate in base ai risultati ottenuti nel 2012 tra Mondiale, ELMS e ALMS; sono ammessi di diritto anche i campioni della passata edizione della 24 Ore e del Michelin Green X Challenge Award. Chiunque sarà iscritto al FIA WEC avrà modo di partecipare alla gara potendo ambire al doppio punteggio; il 56esimo posto sarà assegnato alla H2 GreenGT, primo prototipo ibrido elettrico ad idrogeno.

Il 1° febbraio verranno comunicati i nomi degli iscritti alla 24 Ore di Le Mans 2013.

@MotorInside

Jimmy Eriksson approda in GP3: correrà per Status GP

Fri, 01/25/2013 - 13:05

Il campione 2012 della Formula 3 tedesca Jimmy Eriksson ha firmato un contratto con Status GP e prenderà parte al prossimo campionato della GP3. Il driver svedese va così a occupare il primo dei tre volanti messi a disposizione dalla scuderia irlandese, la quale a sua volta non ha ancora ufficializzato i nomi dei due futuri compagni di squadra del giovane scandinavo.

Eriksson giunge al grande passo della GP3 sulla scia di una trionfante stagione nella Formula 3 tedesca, disputata sotto le insegne del team Lotus/Motopark Academy e contrassegnata da otto successi e dal titolo piloti; ha anche preso parte alla kermesse di Macao concludendola all’undicesimo posto su una vettura messagli a disposizione dal team britannico Double R.

“Sono davvero entusiasta di questa nuova sfida e della prospettiva di competere in un campionato internazionale che oltretutto è parte dell’ambiente della Formula 1” ha commentato Eriksson. “Ho avuto un’eccellente stagione in Formula 3 l’anno scorso e non vedo l’ora di proseguire l’opera con Status nel 2013”.

“Godono di un’ottima reputazione e hanno dimostrato massima serietà nel definire i dettagli della nostra collaborazione” ha aggiunto il 21enne pilota nativo di Tomelilla, in Scania. “Con una nuova macchina in arrivo penso che sia proprio il momento giusto per entrare nell’arena della GP3”.

“Jimmy è perfettamente pronto per fare il salto in GP3 e tutto il team trarrà beneficio dalla sua esperienza e velocità” ha commentato uno dei patron di Status GP, Teddy Yip jr. “Lo scorso anno mi ha impressionato non solo nella F3 tedesca ma anche a Macao e lo ritengo pronto per vincere con noi. Penso che potremmo davvero avere delle chances anche in ottica titolo”.

Scelto il mese di novembre per la gara inaugurale del Gran Premio della Russia

Fri, 01/25/2013 - 12:40

Il Gran Premio inaugurale sul circuito di Sochi, in Russia, ha ottenuto una collocazione nel calendario di F1 del 2014: si tratterebbe del mese di novembre.

A dichiararlo è stato direttamente il sindaco della città che ha organizzato l’evento, Anatoly Pakhomov: “La F1 arriverà da noi a novembre, dopo le Olimpiadi”.

I team quindi avranno il tempo per organizzarsi e per prefigurarsi già da ora le condizioni meteo che verranno a trovare durante il suddetto periodo; le temperature infatti dovrebbe aggirarsi intorno agli 11°C.

Come già annunciato, il Gran Premio si svolgerà nel Parco Olimpico di Sochi, attualmente in fase di costruzione.

Davide Cantire  

Ufficiale: BMW annuncia l'ingaggio di Timo Glock

Fri, 01/25/2013 - 09:58

Adesso è ufficiale: Timo Glock sarà l'ottavo pilota BMW nella stagione 2013 del DTM.

Il tedesco, che ieri ha esordito al volante della M3 DTM sul tracciato di Valencia, approda nel turismo dopo una lunga carriera in monoposto, iniziata in Formula BMW e proseguita in Champ Car, GP2 (dove si è laureato campione) e Formula 1, dove ha trascorso diverse stagioni tra Jordan, Toyota e Marussia; inoltre ha occupato il ruolo di test driver della BMW Sauber in un breve periodo.

Glock affiancherà i già confermati Bruno Spengler, campione in carica; Augusto Farfus; Joey Hand; Andy Priaulx; Martin Tomczyk; Dirk Werner e Marco Wittmann.

“Sono molto emozionato: guidare di nuovo una BMW dopo tutti questi anni e per giunta nel DTM è fantastico” ha commentato Glock, il quale ha firmato un triennale con la Casa bavarese. “Ho trascorso stagioni fantastiche in F1 ma non vedo l'ora di lottare nuovamente per la vittoria con i miei amici di BMW Motorsport”.

“Ne sono consapevole: dovrò adattarmi presto e non tutti gli ex piloti di Formula 1 si sono trovati a loro agio nel DTM. Ma ho la motivazione necessaria per pensare subito di star davanti e ho tutto a disposizione al fine di ambire al titolo”.

Il direttore di BMW Motorsport, Jens Marquardt, ha aggiunto: “Siamo lieti di veder tornare Timo nella nostra famiglia: in carriera ha dimostrato in più di un'occasione le sue ottime capacità di guida e il fatto che sia di nuovo in BMW a distanza di sei anni dall'ultima esperienza in Sauber rende questo appuntamento ancora più piacevole. Sono sicuro che Timo si adatterà presto nel DTM e regalerà ai suoi tifosi tante soddisfazioni”.

@MotorInside

Ecclestone: “Portogallo interessato ad entrare nel calendario 2013”

Fri, 01/25/2013 - 09:29

Portogallo e Francia sono in corsa per ospitare la ventesima gara, programmata per il mese di luglio.

A dichiararlo è stato il patron della F1 Bernie Ecclestone, il quale ha ammesso al quotidiano austriaco Salzburger Nachrichten che “per la data libera c'è l'interesse della Francia e ora anche del Portogallo con la nuova pista di Portimao”. Mister E. invece ha precluso ogni chance all'Austria: “Sono felice di venirci in vacanze ma abbiamo già troppe gare in Europa”.

Portimao ospita già da diversi anni eventi internazionali come il WTCC, il Mondiale GT oppure l'Auto GP e viene considerato come uno dei migliori circuiti di ultima generazione. Persiste l'incognita economica, dato che lo scorso anno gli organizzatori del tracciato hanno dovuto rinunciare alla Superstars per mancanza di soldi.

Nella foto, Auto GP in azione a Portimao

@MotorInside

24 Ore di Daytona, Qualifiche – Dominano le Riley/BMW di Chip Ganassi, in GT Porsche sugli scudi

Thu, 01/24/2013 - 22:20

Le due Riley motorizzate BMW del team Chip Ganassi/Felix Sabates hanno dominato le qualifiche della 24 Ore di Daytona edizione 2013. La pole position è andata alla vettura contrassegnata dal numero 01, che in gara sarà affidata al quintetto formato da Scott Dixon, Charlie Kimball, Juan Pablo Montoya, Memo Rojas e Scott Pruett: proprio quest’ultimo è stato l’autore del crono decisivo con 1’40”553, che ha lasciato a 93 millesimi di distacco l’esemplare #02 al volante del quale si alterneranno – oltre agli stessi Pruett e Dixon – Dario Franchitti, Joey Hand e Jamie McMurray.

Lo strapotere delle Riley/BMW, andate a occupare l’intero podio virtuale, è stato completato dal primo dei due esemplari iscritti dal Team Sahlen, la #42 affidata a Dane Cameron, Wayne Nonnamaker e Simon Pagenaud – il cui divario dai leader è stato di 66 centesimi di secondo. Quarto crono per un’ulteriore Riley ma quella motorizzata Ford del team vincitore dell’edizione 2012, Michael Shank Racing: a sorpresa non si tratta però della #60 dei trionfatori dell’anno scorso (A. J. Allmendinger, Oswaldo Negri, John Pew e Justin Wilson – ai quali stavolta si è aggiunto Marcos Ambrose), giunta sesta, bensì della #6 del meno accreditato quartetto Chris Cumming/Jorge Goncalves/Michael Valiante/Gustavo Yacamán – metà del quale giunse comunque sul gradino più basso del podio nel 2012.

Non hanno brillato le Corvette, la prima delle quali (la #90 di Spirit of Daytona Racing) ha chiuso le qualifiche in quinta posizione per merito di Richard Westbrook, che in gara la condividerà con Antonio García, Oliver Gavin e Ricky Taylor. Decisamente deludente l’esemplare iscritto da VelocityWW, tra i cui piloti figura l’italiano Max Angelelli: per l’equipaggio dotato della Corvette DP #10 appena il dodicesimo posto a quasi due secondi dalla vetta. Non è andata meglio all’altro pilota italiano iscritto in classe prototipi, Ivan Bellarosa, quindicesimo sulla Riley/Ford #8 di Starworks Motorsport che il bresciano condividerà con Scott Mayer.

In classe GT invece a farla da padrone sono state le Porsche 911 GT3 Cup, andate a occupare i primi quattro posti della graduatoria. La pole di categoria è stata appannaggio dell’equipaggio Christensen/Engelhart/Tandy/Willsey, al volante della vettura #32 iscritta da Konrad Motorsport/Orbit; il britannico è stato l’autore del crono più rapido in 1’47”631. Al secondo posto, a poco meno di due decimi di ritardo, si è piazzata la #44 di Magnus Racing affidata a Armindo/Lally/Lietz/Potzer mentre il podio virtuale di classe è stato chiuso dalla #30 di MOMO/NGT Motorsport e del quartetto Cisneros/Edwards/Giermaziak/Pilet. Solo quinta la prima delle Ferrari, la #63 della Scuderia Michelotto affidata al trio tutto tricolore composto da Alessandro Balzan, Marco Frezza e Alessandro Pier Guidi.

Clicca qui per leggere la classifica completa

Massimiliano Barzotti

Glock, ci siamo: nelle prossime ore sarà titolare BMW

Thu, 01/24/2013 - 21:11

Dall'euforia del test all'ufficialità che dovrebbe arrivare venerdì: Sport Bild è sicura, Timo Glock ha convinto i vertici di BMW Motorsport e ha firmato un triennale che gli permetterà di migrare in DTM dopo un lungo purgatorio in Formula 1.

Se il rumor venisse confermato, l'ex pilota della Marussia sarebbe così l'ottavo pilota del team di Monaco di Baviera e chiuderebbe allo stesso tempo le porte ai possibili ingressi di Luca Filippi e Thomas Biagi.

Glock intanto parla già da titolare BMW, ammettendo: “La M3 DTM è una bomba e mi permetterà di lottare fin da subito per il titolo. Inoltre mi sono sentito subito a mio agio con i ragazzi del team: il test è stato molto positivo”.

@MotorInside

Thomas Biagi ha provato la BMW M3 DTM a Valencia: “Sono senza parole: è una macchina stupefacente”

Thu, 01/24/2013 - 20:58

Oltre agli attesissimi Robert Kubica e Timo Glock la giornata dei test DTM di Valencia ha avuto un altro grande protagonista: Thomas Biagi. Al 36enne pilota bolognese è stata data infatti l’opportunità di provare la BMW M3 DTM in qualità di vincitore del 2012 BMW Sports Trophy, conferito annualmente dalla Casa bavarese al pilota privato più meritevole tra quelli esibitisi in ambito agonistico al volante di una vettura della marca.

Biagi si è aggiudicato il premio in virtù del titolo italiano GT conquistato con la Z4 GT3 e delle ottime prestazioni conseguite nella International Superstars Series, nella cui graduatoria finale si è piazzato immediatamente alle spalle del vincitore Johan Kristoffersson.

Biagi ha avuto così l’opportunità di compiere 66 giri del tortuoso tracciato spagnolo al volante della potente coupé e non ha mancato di sottolineare il proprio entusiasmo: “Fin da quando appresi che BMW sarebbe rientrata nel DTM ho sognato di poter guidare un giorno questa macchina: oggi il mio sogno è divenuto realtà”.

“La M3 DTM è spettacolare. Sapevo che mi sarei divertito a guidarla ma adesso, dopo 66 giri al volante di questo gioiello, sono quasi senza parole” ha aggiunto il due volte campione iridato GT, che ha ricevuto anche i complimenti del boss di BMW Motorsport, Jens Marquardt: “Piloti come Thomas sono esponenti di primo piano della nostra marca e ci rappresentano ai massimi livelli nelle competizioni motoristiche: è pertanto un onore per noi ricambiarli in qualche modo”.

“Thomas ha svolto un ottimo lavoro” ha aggiunto Marquardt. “È stato subito in grado di ricavare sensazioni precise e dettagliate di ciò che la nostra vettura DTM è in grado di dare”.